Lavorare Online: Cosa Fare se Ho Tante Passioni e Troppi Interessi?

Molte persone che vorrebbero lavorare online sono paralizzate dalla pressione di doversi specializzare o di dover scegliere qualcosa di specifico tra le tante passioni, interessi e competenze che hanno acquisito nel corso della loro vita. Emilie propone un'alternativa.

Alberto Mattei

Alberto Mattei: Col mio spirito giramondo e anticonformista sto capitanando Nomadi Digitali, un'emozionante avventura umana e lavorativa che ho fondato per il desiderio di realizzare il sogno di una vita e dopo un caldo, sorprendente e indimenticabile viaggio in Messico. Voglio dare grandi ali a questo progetto e fargli raggiungere inaspettati traguardi.

Pubblicato il: 30 gennaio 2018 | Categoria:

«A voi dico: abbracciate tutte le vostre passioni. Seguite la vostra curiosità. Esplorate le vostre intersezioni. Abbracciate i vostri moti interiori per una vita più felice e autentica. E forse, ancora più importante, multipotenziali, sappiate che il mondo ha bisogno di noi»

– Emilie Wapnick –


Il “remote working” e le tecnologie digitali, se sfruttate in modo adeguato, ci offrono la grande opportunità di tornare a lavorare felici, dedicandoci a ciò che realmente ci appassiona e potendo al tempo stesso scegliere il luogo e il tempo da dedicare al lavoro.

In questi anni mi sono relazionato con tante persone che vorrebbero “lavorare online” per crearsi un’alternativa professionale mobile e indipendente, ma sono bloccate in lavori che odiano perché non riescono a trovare la loro “vera vocazione”.

Del resto gli esperti hanno sempre detto che la chiave per il successo è distinguersi, puntando sulla specializzazione professionale, scegliendo una nicchia di mercato ben precisa in cui posizionarsi e rinunciare a tutto il resto.

Il problema è che molte persone sono paralizzate proprio dalla pressione di doversi specializzare o di dover “scegliere qualcosa”. Spesso sono riluttanti a impegnarsi su un percorso per la paura di dover ignorare o rinunciare ai tanti interessi o alle diverse passioni che sono parte integrante della loro personalità.

E se l’alternativa fosse valorizzare la propria multipotenzialità?

Emilie Wapnick espone molto bene questo concetto e propone un modo diverso di pensare il lavoro, spingendo le persone con tante passioni e con interessi molteplici a integrare tra loro le diverse propensioni, partendo da un concetto molto semplice: l’innovazione e le nuove idee nascono nelle intersezioni.

Invece di chiederti “qual è la mia unica vera vocazione nella vita?”, Chiediti “quali sono le molte cose che vorrei sperimentare prima di morire?”

E se avesse ragione lei?

(Durata 12’26” – Video sottotitolato in Italiano)

.

Emilie Wapnick ha scritto anche una guida, tradotta in italiano, per aiutare i multipotenziali: “Diventa chi sei. Una pratica guida per persone creative che hanno molteplici passioni e interessi“.

«Questo libro è stato scritto per coloro che non vogliono scegliere un solo settore e abbandonare tutti gli altri interessi che hanno. È per i curiosi, per quelli che provano gioia nell’apprendere nuove cose, nel creare e nel formare, nell’intersezione tra diverse identità. Non siete obbligati a scegliere una sola strada. Questo è il grande segreto che nessuno vi racconta».


Tu come la pensi?



Foto credit: Shutterstock



Potrebbero Interessarti Anche:

Letture Consigliate:


  • Lenny Blandino

    Ben detto Lorenzo!