Come Superare la Paura di Mettersi in Proprio

Ecco alcuni consigli personali che possono aiutarti a superare la paura di mettersi in proprio per avviare una tua attività indipendente sul Web

Mary Tomasso

Mary Tomasso: Adoro viaggiare, conoscere nuove culture, sperimentare cose nuove e reinventarmi. Vivo in Argentina, dal 2008 sono Assistente Virtuale e ho creato il primo corso per Assistenti Virtuali in italiano, per aiutare altre persone a crearsi una nuova professione ed essere libere di lavorare da ovunque.

Pubblicato il: 26 Agosto 2014 | Categoria:

In questo articolo risponderò a una domanda implicita, che leggo tra le righe delle decine di emails che ricevo ogni giorno da persone che vorrebbero avviare un’attività in proprio sfruttando le potenzialità del Web, e vedono nell’assistenza virtuale un’opportunità concreta.

Al di là del come iniziare un’attività in proprio, l’ostacolo principale è la paura di lanciarsi, soprattutto quando si ha un posto fisso che garantisce una certa sicurezza economica. Ecco quindi che cercherò di spiegare come sconfiggere la paura di mettersi in proprio.

L’esperienza che condivido è puramente personale, dettata da tutto quello che ho appreso in questi anni non solo a livello professionale, ma soprattutto a livello personale: avviare e gestire un business è una fonte di crescita personale ineguagliabile.

Molto l’ho appreso dai miei clienti, attualmente l’80% sono Coach, per cui ho avuto la grande fortuna di partecipare a webinar, accedere a corsi e avere a che fare tutti i giorni con persone, i miei clienti, che aiutano gli altri a superarsi e migliorarsi.


Distinguere la Paura

Occorre comprendere che la paura è un meccanismo fisiologico comune a tutte le specie animali, che ha l’obiettivo di salvaguardare la specie, di evitare qualunque situazione che possa in qualche modo rappresentare una minaccia per la sua sopravvivenza.

Questa paura è nostra amica, da milioni di anni mantiene viva la nostra specie.

Esiste poi una paura che non è fisiologica, ma che è influenzata da false convinzioni o convenzioni sociali. Ad esempio “Lasciare il posto fisso? Cosa diranno gli altri?”
Il primo tipo di paura, quella fisiologica, è utile, il secondo tipo invece ci impedisce di crescere, di uscire dalla zona di comfort per provare a percorrere nuove strade che potrebbero aprirci a nuove opportunità.

Distinguere se la tua paura è “amica” o invece ti sta boicottando, è molto semplice: chiediti che cosa hai da perdere.

Se hai una famiglia a carico, o se sei solo, ma tutta la tua vita dipende dal tuo stipendio, devi pagare un mutuo, un affitto, hai delle spese fisse, devi mangiare, etc., allora la tua paura di abbandonare un posto fisso e metterti in proprio è giustificata.

Il prezzo che avresti da pagare è molto alto, ne va della tua stessa sopravvivenza, quindi la tua scelta di metterti in proprio potrebbe essere avventata e rischiosa.

Ma non preoccuparti, non è la fine, c’è sempre una soluzione, abbiamo sempre un’alternativa!

Se ti trovi in questa situazione, ti consiglio di iniziare con la tua attività online in maniera parallela, come se fosse un hobby. Continua pure con il tuo lavoro, ma usa ogni momento libero per progettare e per costruirti un’alternativa professionale sfruttando il Web.

Vedrai che con il tempo, se lavorerai bene, potrai pian piano trasformarla nella tua attività principale.

Quando vivevo ancora in Italia mi trovavo in questa situazione: non potevo abbandonare il posto fisso perché il rischio era troppo alto, avevo troppo da perdere, la mia paura mi stava aiutando a mantenermi a salvo.

Così che iniziai piano piano a studiare, a formarmi, a cercare alternative, altre possibilità, al di fuori dal mio orario di lavoro.

Tutte le mie energie erano investite sul creare un’attività alternativa, sull’abbandonare quella vita di schiavitù e iniziare a vivere la mia vita!

I tempi non erano ancora maturi ed è stato quando sono arrivata in Argentina che le cose sono cambiate. C’era ancora un rischio, ma non era così vitale: non sarei finita in mezzo a una strada. La cosa peggiore che sarebbe potuta succedere se la mia attività non avesse avuto successo, sarebbe stata quella di dover ritornare a lavorare per qualcun altro.

Chiediti sempre qual è la cosa peggiore che potrebbe succederti e questo ti darà la risposta se la tua paura è giustificata o se fa parte di un meccanismo perverso che sta di fatto impedendo la tua evoluzione.

Se invece ponendoti la domanda “Cosa ho da perdere”, ti rendi conto che non è poi così tanto, che tagliando qualche spesa, modificando un pochino il tuo stile di vita, riesci comunque a coprire le tue spese principali, allora lanciati!

Proprio così: la pianificazione è fondamentale per iniziare una qualunque attività e una buona pianificazione ti aiuterà a superare le tue paure, a restare sempre motivato e a sapere sempre dove dirigere i tuo sforzi, dove stai andando.

Per pianificare ti suggerisco di utilizzare qualunque strumento che possa avere senso per te. Credo che le mappe mentali siano un ottimo strumento per visualizzare tutto il tuo progetto. Puoi usare il metodo tradizionale, carta e penna (o pennarelli colorati per distinguere i diversi elementi della mappa mentale), oppure puoi utilizzare uno strumento online, come Mindmeister o Mohio.

Se invece non trovi comode le mappe mentali, puoi semplicemente tenere un’agenda e scrivere lì il tuo progetto.

In ogni caso, ti suggerisco caldamente di scrivere tutto, altrimenti la pianificazione resta nell’aria, mentre quando scriviamo, le idee iniziano a plasmarsi.


Attieniti al Piano

La pianificazione ha l’obiettivo di creare le basi di attività che dovrai realizzare quotidianamente per arrivare al tuo obiettivo.

Qualunque sia lo strumento che avrai deciso di utilizzare (mappa mentale o altra forma scritta) assicurati di attenerti al piano.

Ciò ti aiuterà a non lasciare nulla al caso, ma anche ad avere l’autodisciplina necessaria per avviare un’attività in proprio.


Cosa ne dici: sono passate un po’ le paure con questi consigli? Mi auguro di sì! Altrimenti scrivimi pure, come sempre sarà un piacere per me aiutarti!



Potrebbero Interessarti Anche:

Come-Diventare-Assistente-Virtuale(1)