10 Consigli Pratici per Tramutare la Tua Azienda in Un’Azienda Libera

Una grande conquista nella mia vita è quella di essere libero lavorare dove voglio e dove posso essere più produttivo. Ecco alcuni consigli personali per rendere la tua azienda un'azienda libera da spazi e luoghi.

Giuseppe Masili: Amo la vita, la libertà e la semplicità. Amo mia moglie e mia figlia Giorgia. Sono attratto da tutto ciò che si può migliorare ed ottimizzare a livello imprenditoriale. Ho compreso la differenza tra essere seduto tutto il giorno davanti ad un computer sotto un neon ed essere produttivo in viaggio riscaldato dal sole in un luogo indimenticabile. Le sfide mi motivano.

Pubblicato il: 25 aprile 2017 | Categoria:

1. Non Stampare Più Nulla

La carta pesa ed è scomoda, va archiviata e ti fa perdere molto tempo quando va recuperata.

Ma dal momento che, per legge, un archivio devi comunque averlo, chiedi al tuo commercialista di stampare e archiviare per te pagando questo servizio.

Vivendo in movimento non puoi essere ancorato ad un documento stampato. Mantenere un archivio costa e tu devi poter eliminare questo costo.



2. Buca delle Lettere Vuota

postaLa tua buca delle lettere deve essere vuota. Devono arrivare solo le comunicazioni cartacee che hanno senso.

Elimina tutta la pubblicità, disdici tutte le riviste che non hai richiesto. Se la tua sede legale è in casa partecipa alle riunioni di condominio e proponi l’inserimento di un raccoglitore per la pubblicità esterno al palazzo. Non deve arrivare pubblicità nella tua buca. Andare ogni giorno a vedere se c’è posta, raccogliere le comunicazioni inutili e poi anche smaltirle significa buttare tempo e risorse.

10 Minuti sprecati ogni giorno diventano 40 ore di lavoro all’anno: circa 5 giorni di lavoro perso. Noi non possiamo permettercelo.

Ancor peggio se sei sempre in viaggio e la tua buca si riempie di pubblicità inutile. Tutto ciò che è importante deve arrivare via PEC.



3. PEC

La casella di posta elettronica è un altro strumento fondamentale. Puoi comprarla online da vari fornitori. Deve costare poco ed essere funzionale. Acquistala da un provider accreditato presso il CNIPA.

Tutti i documenti di cui necessiti devono arrivare via PEC. In questo modo sarà più semplice organizzare il tutto nel tuo archivio online. In alcuni casi sarà anche utile mandare copia delle tue fatture via PEC: il cliente non potrà più dire di non averle ricevute.

La tua casella PEC deve essere visibile anche dal tuo client, in alternativa devi poter ricevere una notifica via mail ogni volta che arriva una PEC.

Ogni comunicazione ricevuta sulla PEC ha una data di ricezione e in alcuni casi avrai 30 o 60 giorni per dare un riscontro. Una risposta non tempestiva potrebbe causarti dei problemi.

Io ho scelto Aruba PEC Standard da 6 euro all’anno.



4. Posta Elettronica – Email

email-iconLa tua casella di posta elettronica deve essere il più pulita possibile. Deve essere accessibile sia dal tuo PC che da Smartphone o Tablet.

Quando sei in movimento è più comodo controllarla sul telefono.

Cancellati da tutte le newsletters inutili e quando ne ricevi qualcuna nuova, che non ti interessa, effettua subito la disiscrizione. Ripeto subito!

Se devi controllare la posta velocemente devi poter leggere solo ciò che ha senso. Tutto il tempo impegnato a fare altro è tempo buttato. Soldi non guadagnati.

Se vuoi puoi utilizzare Unroll.Me, un servizio gratuito che ti permette di annullare tutte le iscrizioni alle newsletter che non ti interessano in una volta sola, senza dover entrare e uscire da ogni messaggio dei mittenti di cui vuoi sbarazzarti.



5. Firma Digitale

Devi sapere che la firma digitale è fondamentale.

La ottieni preso la camera di commercio o online.

Ti permetterà di firmare i documenti, dando loro un valore legale, ovunque tu sia nel mondo. Servirà solo una piccola penna USB da portare sempre con te.

Farà davvero la differenza, credimi!



6. Il Tuo Archivio Online

archivio onlineI tuoi documenti devono essere accessibili da ogni parte del mondo e su ogni dispositivo.

Esistono diverse piattaforme di archivio online come ad esempio DropBox o Google Drive.

Io utilizzo Google Drive. Oltre ad archiviare i tuoi documenti, questo servizio gratuito ti permette la di condividere un singolo file o un’intera cartella con i tuoi collaboratori.



7. Fatturazione Online

fatture onlineOggi esistono molti software per la fatturazione online.

Io non potrei più farne a meno. Oltre a consentirti di fare le fatture ovunque tu sia, ti permettono di avere un cruscotto finanziario costantemente aggiornato.

Avere un’idea in tempo reale di come stanno andando i tuoi affari sarà semplicissima. Una rapida lettura ai dati, uno sguardo al grafico e poi tutti in spiaggia, o in montagna, o dove vorrai tu!

Il tuo commercialista deve avere accesso al sistema di fatturazione online.

Lui deve essere indipendente nel recupero della tua contabilità per generare il bilancio e i vari F24.

Ridurre gli incontri di persona dal commercialista che non sono fondamentali ti darà più tempo per vivere.

Io ho scelto Fattura24 e mi trovo molto molto bene. ().

Se vuoi sapere nel dettaglio come gestire a distanza la tua contabilità, ti consiglio di leggere questa guida dettagliata: Come Gestire la Tua Contabilità a Distanza Senza Stress



8. Il Commercialista

commercilistaDeve essere Smart. Deve condividere i tuoi ideali.

In certe situazioni deve aiutarti e non complicarti la vita. Il tuo commercialista deve sapere che sei un nomade digitale, perciò sempre in movimento.

Apprezzerai quando, in una situazione limite, lui saprà come agevolarti il lavoro. Lo apprezzerai o come se lo apprezzerai!

Io lavoro da anni con lo studio Martino associati con i quali mi trovo bene e giornalmente mi aiutano ad affrontare tante incredibili avventure. Approfitto per ringraziare Emidio, Maria e Paola sempre attenti e preparati.

Tra i nomadi digitali abbiamo la fortuna di avere la Dott.sa Angela Amato lei è una commercialista smart esperta di fisco sul web. Lavora esclusivamente online e ha un bel servizio di consulenza Skype.



9. La Tua Banca

online-bankingSarà scontato, ma la tua banca deve essere accessibile online.

Deve permetterti di fare quante più operazioni possibili in remoto.

Dovrai scontare ogni limite del tuo internet banking con tempo e code, visto che comunque dovrai trovare un modo per far arrivare una dato documento alla filiale.

Una volta individuata la banca devi conoscere di persona un impiegato responsabile delle aziende. Con questa persona devi instaurare un ottimo rapporto.

Deve conoscerti e sapere che sei sempre in movimento.

Come il commercialista ti aiuterà quando si presentarono situazioni assurde conseguenza di una gestione burocratica risalente al medioevo, alla quale – ahimè- dovrai piegarti.

Alla banca online deve avere un accesso di visualizzazione il tuo commercialista.

Quando dovrà, ad esempio, calcolare il versamento dell’IVA dovrà poter prendere tutte le informazioni necessarie. Sia del conto che della tua carta di credito.

Ah .. che sia chiaro devi avere una Carta di credito, fondamentale per noleggiare un’auto all’estero e non solo.



10. La Tua Scrivania Deve Essere Mobile

Sia che lavori a casa, o in un coworking o su una panchina o da un rifugio tra le montagne o da una barca a vela, la tua postazione deve essere mobile.

Il Mouse, ad esempio, non aiuta. Occupa spazio in borsa e ti obbliga ad avere sempre un piano sul quale appoggiarlo. E’ sicuramente utile, ma se impari ad usare il touchpad sarà tutto più semplice.

Porta con te un piccolo panno con il quale avvolgere il portatile. Sarà utilissimo quando dovrai appoggiare il tuo portatile su un tavolo non proprio liscio o pulito perchè eviterai di rigarlo o di sporcarlo.

Ogni oggetto in più che ami avere vicino ti darà fastidio quando viaggerai.

Ricorda: porta con te solo ciò che serve per lavorare.

Ti accorgerai di quante cose inutili ti eri circondato in passato. Pagandole. Dandole un posto. Mantenendole pulite e in ordine. In breve quanto tempo risparmiato anche in questo caso.

Non amo portare dietro cavi che non uso. Porto come me solo ciò che veramente mi serve. “Ma se qualcuno ha bisogno di un cavo?”. “Un problema suo”.


Queste sono le prime 10 cose che mi sono venute in mente e che mi hanno cambiato la vita. Le scelte che ho fatto mi permettono di essere meno incatenato di prima, ma non ancora del tutto!

Confrontiamoci: se hai già risolto questi problemi e vuoi contribuire raccontando la tua esperienza usa la zona commenti qui sotto. Se invece vuoi intraprendere questo stupendo viaggio ed hai domande, usa la zona commenti qui sotto!


Foto credit: Shutterstock


Potrebbero Interessarti Anche: