Dream Collage: Come Prepararsi al Nuovo Anno con Una Carica di Positività

Il Dream Collage è un potente strumento creativo utilizzato dalle persone di successo per raggiungere i loro obiettivi. Ecco qualche consiglio per crearlo e iniziare nel migliore dei modi il tuo nuovo anno.

Elena Carlotta Manavis

Elena Carlotta Manavis: Expat e viaggiatrice per quasi tutta la mia vita adulta e non solo, Nomade Digitale negli ultimi due anni, saltello per il pianeta con uno zainetto che contiene tutto, dai tacchi neri e i business outfit alle scarpette da arrampicata. Attivista nella causa della parità di genere, mi occupo di supportare Donne e Uomini nel costruire una carriera ed un business partendo da zero.

Pubblicato il: 3 gennaio 2017 | Categoria:

Benvenuto 2017 !

L’anno nuovo è finalmente qui e come tutto ciò che è nuovo si presenta come un pacchetto pronto per essere scartato, una scatola da riempire di nuove avventure, ricordi, viaggi, successi e tutto quello che il tuo cuore desidera.

Per cominciarlo con il botto perchè non costruisci il tuo Dream Collage?

Il Dream Collage o Vision Board è un esercizio che nasce dalle leggi dell’attrazione, secondo le quali quando vogliamo veramente una cosa l’intero universo confabula affinché giunga a noi.

Se tendi ad essere scettico per quanto riguarda le forze universali prendilo come un esercizio di reboot (riavvio) del tuo subconscio, che parla molto più forte di quanto il nostro conscio faccia, proiettando il mondo che ci troviamo ad affrontare quotidianamente.

Hai mai notato che quando hai paura di una cosa quella paura diventa realtà?

Non è il tuo sesto senso, sei tu che l’hai resa reale proiettandola ed attirando tutto ciò, persone e situazioni, che possono renderla tangibile.

Cogli al balzo il cambio di data, guarda al nuovo anno come ad una pagina bianca pronto a scriverci tutto quello che vuoi.

Se le parole sono importanti le immagini lo sono ancora di più nel processo di reboot (riavvio) del sistema.

Le immagini che sedimentiamo nel nostro subconscio infatti influenzeranno tutto quello che ci arriverà a partire dagli incontri che faremo a come ci approcceremo alle cose che verranno poste sul nostro percorso.

Ritaglia quindi un po’ di tempo per te e vai a caccia delle immagini che rappresentino momenti, istanti, sentimenti e situazioni che vorrai vivere nel 2017.

Concentrati sui dettagli.

Se vuoi essere felice aggiungi un sorriso, se vuoi viaggiare una persona nella quale ti riconosci o perchè no anche te stesso, in movimento con i tuoi mezzi preferiti.

Se già conosci le tue destinazioni foto dei cibi locali, del fiore che le rappresenta, delle danze tipiche.

Se il tuo obiettivo invece è quello di diventare un Nomade Digitale e come me e tanti altri vivere con una valigia cerca immagini del lifestyle che sogni.

Ricorda che gli unici limiti che hai sono in te. Sei tu, al tempo stesso, il tuo peggior nemico ed il tuo miglior alleato. Smetti di farti la guerra ed ascoltati! Quando ci ascoltiamo con onestà le risposte le abbiamo già.

Lascia spazio alla fantasia e non ti limitare ma mi raccomando, vedi di essere più accurato possibile.

I desideri così come gli obiettivi sono una cosa serissima in quanto realizzarli è in nostro potere ma se prima non siamo chiari con noi stessi rischiamo di inciampare nei desideri sbagliati.

Come recita uno dei miei proverbi preferiti: quando gli dei vogliono burlarsi degli uomini realizzano i loro desideri.

Mettiti allo specchio e chiediti in tutta sincerità: sei genuinamente felice?

Se la risposta è no prendi carta e penna e comincia a stilare una lista. Esatto una bella lista lunga di tutto ciò che ti rende felice: da viaggiare ad i disegni nelle tazze del caffè mentre stai lavorando, come me, da un caffè in una città diversa da quella in cui sei oppure dalla tua.

Non sei perfetto, come non lo sono io e non lo è nessun altro ma come ogni singolo essere umano hai il divino diritto alla felicità.

Vai a prenderla senza remore e non avere paura.


A volte il percorso verso i nostri obiettivi può variare, a volte perdiamo compagni di viaggio o ne troviamo di nuovi. Alcuni tratti andranno percorsi in solitaria ed alcune salite saranno più ripide di altre.

Ma non ti scoraggiare e non perdere mai il sorriso.

Te ne auguro 365 come quota minima, di aprire ogni giorno gli occhi positivo e propositivo nonostante le difficoltà.

E ti lascio con una delle mie poesie preferite, che porto a spasso con me annotata sui miei taccuini da quando sono una Nomade Digitale, ricordando a me stessa che il viaggio non è la meta e che tutto ciò che incontreremo durante il nostro percorso ci porterà sicuramente qualcosa di buono.

Itaca – di Costantino Kavafis

Quando ti metterai in viaggio per Itaca

devi augurarti che la strada sia lunga,

fertile in avventure e in esperienze.

I Lestrigoni e i Ciclopi

o la furia di Nettuno non temere,

non sarà questo il genere di incontri

se il pensiero resta alto e un sentimento

fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,

nè nell’irato Nettuno incapperai

se non li porti dentro

se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.

Che i mattini d’estate siano tanti

quando nei porti – finalmente e con che gioia –

toccherai terra tu per la prima volta:

negli empori fenici indugia e acquista

madreperle coralli ebano e ambre

tutta merce fina, anche profumi

penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi,

va in molte città egizie

impara una quantità di cose dai dotti.

– Sempre devi avere in mente Itaca –

raggiungerla sia il pensiero costante.

Soprattutto, non affrettare il viaggio;

fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio

metta piede sull’isola, tu, ricco

dei tesori accumulati per strada

senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,

senza di lei mai ti saresti messo

sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.

Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso

già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.


Photo credit: Shutterstock.com


Potrebbe Interessarti Anche:


100 € Bastano per Reinventare la Tua Vita, Fare Ciò che Ti Piace e Crearti Un Nuovo Futuro

Come avviare un’impresa partendo da un investimento iniziale minimo? - di Chris Guillebeau

Lo Voglio
  • Gustavo Woltmann

    ottimi consigli, da mettere in pratica sicuramente! e grazie per aver condiviso la poesia.. davvero preziosa!