Vivere da Nomade Digitale in Giro per il Mondo: Alcuni Consigli Pratici

Se vuoi girare il mondo e vivere da nomade digitale, ci sono alcuni piccoli accorgimenti che dovresti sempre tenere in considerazione per vivere al meglio questa fantastica esperienza di vita.

Cristian Barbarino

Cristian Barbarino: Ho trasformato i miei pensieri, le mie abitudini e le mie credenze con la miglior scuola di formazione…la mia stessa vita. Creativo per natura ho fatto della mia passione il mio lavoro. Mi piace definirmi un Trainer Motivazionale. La conoscenza, attraverso i viaggi, è la mia missione di vita.

Pubblicato il: 2 Settembre 2015 | Categoria:

Non c’è dubbio che le esperienze vissute sulla propria pelle insegnino molto di più rispetto a ciò che si può apprendere in teoria o leggere su libri e manuali. Inciampi e scelte giuste aiutano a capire come muoversi e a non ripetere gli errori fatti.

Nella mia esperienza di nomade digitale, con il tempo (qualche errore e qualche dritta), ho imparato tanto su come gestire la vita da nomade digitale in viaggio, dalla semplice prenotazione di un volo aereo, alla gestione di una chiamata Skype con i miei clienti e voglio condividerlo qui con te.


1) Passaporto… Ti Amo, Ti Odio

Se sei un nomade digitale, prima o poi arriva il momento in cui decidi di spostarti in un altro Paese. Prendi in mano il passaporto e l’emozione sale, proprio come se fosse la prima volta.

Fai attenzione però, tieni sempre d’occhio la scadenza. Per poter entrare in alcuni Stati non è sufficiente che il passaporto non sia scaduto, ma deve avere una validità residua di almeno 3 o 6 mesi. Inoltre, prima di metterti in viaggio, informati su visti e permessi richiesti nella stato di destinazione.

Per questo puoi rivolgerti all’ambasciata o consolato, oppure puoi utilizzare alcuni servizi online come:


2) Aereo, Auto, Bus o Treno?

Ovviamente dipende dalla meta che hai scelto, ma alle volte conviene fare qualche ora in più in treno o in bus, piuttosto che prendere un aereo.

In questo modo puoi ottimizzare il tempo lavorando sui tuoi progetti e spesso risparmi anche soldi, sfruttando così al meglio i tuoi trasferimenti.

A me è capitato di fare Kuala Lumpur – Singapore in Autobus, 5 ore, con Internet e snack compreso a poco meno di 15 dollari!

Anche per gli spostamenti in aereo, non sempre il volo diretto è la scelta ottimale. Spesso qualche spostamento interno o qualche scalo in più, può farti risparmiare un sacco di soldi e inoltre puoi sempre sfruttare le ore in più tra uno scalo e l’altro per connetterti e lavorare.

Qui puoi trovare i servizi online più noti per trovare voli a basso costo: https://www.nomadidigitali.it/risorse/trovare-voli-aerei-basso-costo/

Esistono anche dei servizi online come che ti mostrano le varie alternative possibili per il tuo viaggio, scegliendo: il mezzo di trasporto, l’opzione meno cara, oppure quella più veloce o con il massimo comfort, ecco un paio di esempi:


3) Dove Dormo e Cosa Mangio?

Quando viaggiano alcune persone si sentono più sicure a prenotare tutto in anticipo, soprattutto quando si tratta di dormire.

Online sono disponibili molti servizi, adatti a soddisfare le esigenze più diverse dei viaggiatori, qui trovi un bell’elenco che credo ti sarà utile: https://www.nomadidigitali.it/risorse/trovare-alloggi-e-ospitalita/

Io preferisco prenotare l’appartamento, il resort o l’ostello, solo per i primi giorni, poi una volta arrivato a destinazione mi lascio guidare dalle sensazioni che mi dà un certo luogo o alloggio.

In genere scelgo il luogo dove soggiornerò in base all’ispirazione del momento.

Scelgo sempre strutture che non solo offrono un comfort e dei servizi adeguati, tra cui non può assolutamente mancare la connessione Wi-Fi, ma che, in qualche modo, “hanno un’anima” ed esprimono un lifestyle vicino al mio modo di intendere la vita.

Questa strategia mi ha aiutato a risparmiare e a scoprire posti alle volte nemmeno recensiti su Booking o su altre piattaforme simili.

Se invece di un hotel preferisci affittare, case, appartamenti o stanze in tutto il mondo il sito di riferimento è sicuramente AirBnB.


Il Cibo? Il mio consiglio è sperimentare! Lo so che con il cibo italiano si va sempre sul sicuro ma io non perderei l’occasione di scoprire nuovi sapori e di assaggiare piatti che forse non ti capiterà più di mangiare. Gli spaghetti? Li troverai al tuo rientro!

In tanti Paesi del mondo esiste la cultura del cibo di strada. E’ un esperienza di gusto e forse il metodo migliore per sperimentare appieno l’avventura del viaggio e avvicinarsi totalmente alla cultura di quel determinato territorio.

Un ottimo modo per socializzare e scoprire la cultura del posto è anche quello di partecipare a pranzi o cene organizzate organizzati dalla gente del posto. Esistono diversi servizi online che ti permetto di conoscere persone che organizzano questo tipo di eventi, come ad esempio:


4) Lavoro e Internet

Per un nomade digitale è importante scegliere luoghi che siano ben attrezzati con la connessione web. E’ un requisito fondamentale perché senza Internet è impossibile lavorare e gestire il proprio lavoro in viaggio.

In molte città nel mondo ci sono bar, caffetterie, piccoli locali che offrono ai propri clienti connessioni gratuite. In questi luoghi puoi lavorare e anche fare nuove amicizie.

Sono ormai molto diffusi in tutto il mondo gli spazi di co-working, sempre più utilizzati da nomad worker, freelance e imprenditori che non vogliono isolarsi o lavorare da soli. Questi spazi di co-working offrono spesso anche l’opportunità di fare nuove conoscenze e trovare nuove collaborazioni.

Qui trovi tutti i servizi per cercare uno spazio di co-working in tutto il globo: https://www.nomadidigitali.it/risorse/trovare-spazi-di-lavoro-condivisi/

A me è capitato di fare Webinar e Dirette Live con l’Italia dalla sala ristorante di un hotel o direttamente dalla piscina di un resort…no, non volevo ‘fare il figo’, solo che non mi ero informato per tempo e quello era l’unico posto con un’alta ricezione del segnale Wi-Fi!

Il mio consiglio è dunque di scegliere sempre con attenzione e per tempo quello che sarà il tuo working space per il periodo del tuo viaggio, soprattutto se ci sono in vista scadenze di lavoro importanti.


5) Motivazione e Disciplina

Su quanto sia importante darsi delle regole per lavorare quando si è in viaggio, si è già scritto molto e devo dire non a caso.

Il fascino del viaggiare, del perdersi nei luoghi, di scoprire posti e incontrare persone dilata le giornate e talvolta ci fa perdere il ‘ritmo’ del lavoro.

Questo a lungo andare può andare a discapito proprio della possibilità di mantenersi economicamente e poter viaggiare, quindi devi stare molto attento a organizzare rigorosamente il tuo lavoro. L’autodisciplina è fondamentale!

Il mio consiglio è semplice ma efficace: prima il dovere poi il piacere.

Questa è la mia regola e ti assicuro che, se riesci a portare a termine il tuo lavoro, sarà molto più facile e molto più gratificante staccare due giorni, riposarti o dedicarti a tutto quello che a te interessa!

Ricordati che se non sei tu ad organizzarti e autodisciplinarti, nessun altro lo potrà fare al posto tuo.

Secondo la mia esperienza, quello che ci spinge a realizzare un sogno o un obiettivo personale è sempre la motivazione che gli associamo. Tutto accade per una ragione, qualsiasi azione, viaggio o esperienza nuova ci porta sempre verso nuove direzioni, come se fossimo guidati da qualcosa. Ne parlo anche sul mio blog di Crescita Personale e Motivazione

Tu sei il capitano della tua nave e grazie alla tua motivazione puoi realizzare i tuoi sogni.

Investire su un viaggio, da soli o in compagnia è sempre un investimento su se stessi… e con il tempo capirai che saranno i miglior soldi investiti in vita tua, è come se avessi comprato del TEMPO, l’unica cosa che veramente oggi ha valore nel mondo in cui viviamo.



Foto credit: Shutterstock


Potrebbero Interessarti Anche: