Dove e Come Vivere Smart in Italia: Destinazione Bagno di Romagna

In Romagna a stretto contatto con gli elementi della natura, ecco una destinazione alternativa nomad friendly

Domenico Chiericozzi: Tra piccoli e grandi spostamenti in Italia e all’estero, viaggio e trasloco da molti anni. Ancora oggi giro per l'Italia e mi fermo per lavorare e vivere dove mi piace cambiando senza problemi scenario: aree metropolitane, piccoli borghi, città di mare, foreste e boschi incantati. Sono giornalista pubblicista dal 2008. Lavoro da remoto come Content Editor e consulente per la comunicazione.

Pubblicato il: 3 Gennaio 2020 | Categoria:

Smart? Sì, ok. Ma di che cosa stiamo parlando? Il sottoscritto ha sentito questa parola per la prima volta alla fine degli anni ’90. Il riferimento era a un’automobile molto particolare (per l’epoca) progettata e realizzata in casa Mercedes-Benz.

L’etichetta “smart” oggi si trova generalmente abbinata a “city”. Gli argomenti legati alle “Smart city” si stanno diffondendo in tutto il mondo per raccontare come le città usano le tecnologie per migliorare e trasformare la vita dei loro cittadini, e l’ambiente. Lo Smart City Expo World Congress che si è appena concluso a Barcellona (dal 19 al 21 novembre 2019) ha infranto tutti i record, con quasi 25 mila visitatori e 1.010 espositori da 146 paesi e oltre 700 città.

Smart, come saprai, significa “intelligente”. Beh! Tornando all’automobile tedesca, quell’auto d’intelligente, da un punto di vista tecnologico, non aveva niente. Era ‘smart’ rispetto alla funzionalità dovuta alle dimensioni, così particolarmente ridotte da poter sfruttare anche gli spazi più ridotti ed essere competitiva nei parcheggi.

Se dall’inglese passiamo all’italiano andando a considerare l’etimologia della parola intelligente, ecco che l’argomento diventa sterminato. Chi può dire che cosa sia l’intelligenza? Parliamone.

Per chi come te, o come me, lavora anche mentre viaggia, vivere in maniera “smart” o “intelligente” potrebbe voler dire, innanzi tutto, vivere in un contesto dove soddisfare al meglio le proprie principali esigenze e vivere con “v” maiuscola.

Ecco allora l’idea della rubrica Dove e come vivere smart in Italia. Segnalare, con cadenza periodica, luoghi e situazioni testate dal sottoscritto che siano nomad friendly e farti mettere la suola delle scarpe su terreni e percorsi un po’ insoliti e poco conosciuti dal “sistema”.

Inauguro così questo spazio partendo dalla Romagna. Più precisamente per segnalare Bagno di Romagna e dintorni, siamo in provincia di Forlì Cesena.

Facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici, Bagno di Romagna è un “luogo di acque, storia e foreste” all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, uno dei complessi forestali più antichi d’Europa.

Trovare una soluzione abitativa qui può essere un’esperienza interessante perché l’offerta è variegata e in grado di soddisfare molteplici gusti. Ci sono alberghi, agriturismo, b&b, residence, locande, case vacanza, appartamenti (in basso segnalo una fattoria, qualcosa di molto particolare che consiglio comunque di visitare per godere di questo “unicum”).

Per arrivare a Bagno di Romagna con i mezzi pubblici, c’è la stazione ferroviaria di Cesena. Da qui è possibile utilizzare gli autobus di Start Romagna, più precisamente la linea n.138 che serve la tratta “Cesena-Bagno di Romagna-Balze”.

Per lavorare, se vuoi puoi provare la Biblioteca del paese. In quella di Bagno di Romagna ci sono 25 posti di lettura disposti in 4 sale a sedere e wi-fi libero e gratuito (per info biblioteca@bagnodiromagnaturismo.it.).

Per quanto riguarda il tempo libero ci possono fare ottime passeggiate immergendosi nella natura. Un’escursione da fare è sicuramente quella sul Monte Fumaiolo (1407 m.) per bere niente meno che l’acqua di sorgente del fiume Tevere! Presso lo I.A.T. è possibile richiedere tutte le informazioni (info@bagnodiromagnaturismo.it).

Il dono più prezioso di questa località, a mio avviso, è dato dalle acque. A Bagno di Romagna da millenni c’è abbondanza di acqua “divina”, acque termali ricche di zolfo, bicarbonato, sodio, potassio, calcio, magnesio, fluoro, cloro, litio, manganese, ferro, ammonio. Un super concentrato di cose che fanno sicuramente bene alla salute! I Centri termali sono tre. Suggerisco di frequentarli nei giorni infrasettimanali perché nei fine settimana le terme sono generalmente prese d’assalto.

Per dove vivere e soggiornare (per quanto tempo dipende ovviamente dal tuo budget giornaliero), ti segnalo la Fattoria dell’Autosufficienza costituita da Angelo Francesco Rosso, un giovane imprenditore fuori dagli schemi con una visione “green” del tutto particolare. Qui è anche possibile dormire nel bio-agriturismo.

Per la prossima primavera estate 2020 sarà pronto anche l’agri-campeggio.Mi è stato riferito che in bassa stagione non è escluso che si possano applicare tariffe vantaggiose per soggiorni di un periodo un po’ più lungo rispetto ai soggiorni classici turistici.

Per arrivarci però occorre trovare un passaggio. Da Bagno di Romagna i chilometri da fare non sono tantissimi, circa sette ma e c’è un po’ di dislivello. In auto in 15 minuti si arriva. A piedi ci vorranno forse un paio di ore facendo le cose con calma. Una volta arrivati dinanzi a voi si aprirà un paesaggio davvero incantevole e un luogo capace di proporre esperienze molto variegate, tradizionali e trascendenti l’ordinarietà.

Qualcuno una volta disse che “il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei loro sogni“. Ti auguro che nel 2020 tu possa continuare a crederci e trovare, nei luoghi in cui vivi, idee, risorse e supporti per vivere alla grande già in questa vita! Alla prossima! Buona vita.

Link utili:



Potrebbero Interessarti Anche: