Guadagnare Vendendo Illustrazioni e Immagini in Photostock

Ti racconto la mia esperienza e perchè io penso che vendere Illustrazioni e Immagini Online sui siti di Photostock possa essere un’opportunità Interessante

Toni Bullo

Toni Bullo: La vita è fatta di stagioni e nonostante il successo professionale, sono un esperto in illustrazione, grafica, packaging e nuovi prodotti, ho sentito che era arrivata la stagione del cambiamento, di vivere una vita moderna, lavorando libero da territori e geografie. Così a 52 anni ho deciso di lasciare 'le sicurezze' di uno studio e diventare un freelance.

Pubblicato il: 27 Dicembre 2013 | Categoria:

Dopo aver preso la decisione di lasciare tutto e diventare un Nomade Digitale, ho avuto un periodo davvero faticoso e senza grandi soddisfazioni.

Avevo mollato la mia società, lo studio, tutti i clienti e mi ero proposto come illustratore su Elance (ho raccontato la mia storia in un precedente post: La Stagione del Nomadismo).

Iniziavo ad avere i primi risultati ma non bastava. Mi pesavano i tempi morti e le attese erano davvero difficili da sopportare.

Io sono dinamico e fare anticamera è l’ultima cosa che mi mette allegria.

Dovevo trovare un modo che mi riempisse le giornate e che potesse anche fruttare qualcosa. Fu così che pensai di collaborare con un photostock.

In sintesi, i Photostock sono dei siti che permettono di scaricare ottime immagini, a prezzi davvero contenuti, e che danno l’opportunità di divenire contributor, offrendo i propri lavori in cambio di una percentuale dei guadagni in caso di vendita della nostra immagine.

Non sono un fotografo ma sapevo che gli stock propongono anche illustrazioni e grafica varia.

Mi sono detto:

  • Se lavori con il computer, lo puoi fare ovunque.
  • Fai dei soldi (tanti o pochi lo decidi tu).
  • Ti posiziona nel mercato mondiale (le immagini parlano tutte le lingue).
  • Ho del tempo per farlo, perché no?

Tanti miei colleghi illustratori e grafici che lavorano con il computer sottovalutano, per mille motivi, questa ‘risorsa’ che può davvero essere una valida integrazione al tuo business e, mal che vada, ti riempie quei vuoti di tempo che delle volte capitano.

Ci sono giorni che il telefono… (ops, Skype!) non ha voglia di suonare, in quei giorni avere da rimpinguare un portfolio online di uno stock aiuta.

L’effetto che fece su di me fu sostanzialmente di antidepressivo, però a guardar bene è molto, ma moooooooolto di più. Lo consiglio a tutti anche a quelli contenti.

Cos’è un Photostock o Microstock?

…E’ una sorta di ‘banca immagini’ (foto, grafica, illustrazione, video etc) on line.

Quando hai bisogno di un’immagine puoi entrare in questi siti, ‘comprare’ e scaricare sul tuo desktop delle immagini per molti usi.

Le immagini da stock, essendo diventate ormai una merce di largo consumo, fanno sì che queste società siano sempre alla ricerca di nuovi ‘contributors’ per riempire il loro sito di nuove proposte.

Come Funzionano?

La maggior parte sono a ‘royalty free’ cioè puoi, a basso costo, scaricare l’immagine che ti serve tenendo conto che non l’hai acquista in esclusiva (in realtà acquisti la licenza d’uso, la proprietà e i diritti, rimangono di proprietà dell’autore) e dunque può scaricarla chiunque altro.

C’è anche la possibilità di acquistare le immagini con altre modalità, ma la maggior parte del business di un Photostock (o Microstock) funziona così.

Chi Sono i Clienti dei Photostock?

Webmaster, editori e chiunque abbia a che fare con la comunicazione, dal cartaceo al Web, e necessita di immagini o foto immediatamente disponibili e a costi accessibili. Con la diffusione di Internet, il mercato è letteralmente esploso!

Come si Guadagna?

Ogni volta che un cliente scarica una immagine, è riconosciuta una percentuale all’autore della foto.

La cifra destinata all’autore è molto bassa (la media del compenso in percentuale che ti viene riconosciuta varia dal 20 al 60% sul prezzo di vendita), perciò si confida in un numero elevato di download per avere un guadagno discreto.

C’è anche la possibilità di un extra guadagno nel caso di ‘vendita in esclusiva del file’, cioè un cliente compra la tua immagine perché la vuole in esclusiva: in questo caso, sarà rimossa dal sito e tu, ovviamente, guadagnerai molto di più.

Esiste poi la vendita per abbonamento, per soddisfare le esigenze dei clienti che ne fanno largo uso, come ad esempio agenzie e case editrici.

Cosa Ho Fatto?

Ho visitato una decina di siti di Photostock e alla fine ne ho scelti due: (in realtà ho caricato materiale su molti altri ma alla fine mi sono dedicato a questi due)

Queste due società si differenziano per il tipo di vendita e compensi:

  • Istock paga di più, ma in percentuale ci sono meno download perché le immagini sono più costose.
  • Shutter paga meno, ma essendo principalmente ad abbonamento, i download sono molti… alla fine però, dopo un paio di anni, pur avendo più di mille download su Shutter e solo un centinaio su Istock, la cifra che ho incassato da ciascun sito, è più o meno la stessa!

Io adesso sceglierei di lavorare solo per Istock perché ha acquisito un sacco di altri siti minori e, se le tue immagini rimangono invendute per un tot di tempo, (se vuoi) vengono spostate in queste altre piazze, che rendono meno più o meno come Shutter, e avendo sun prezzo più basso sono più appetibili. Inoltre gran parte del sito è in Italiano.

Perciò ti consiglierei di sceglierne uno (a tua scelta) e ‘caricare ‘ immagini solo su quello, possibilmente in esclusiva, guadagnerai di più e avrai anche meno sbattimento con un solo account e un solo modo di caricare i file.

Possono essere caricate (parlo per me che non sono un fotografo) illustrazioni, icone, background, texture, elementi grafici, etichette e tutto quello che può realizzare un illustratore o un grafico. In formato vettoriale.

Illustrazioni con il formato raster (photoshop e simili) vengono considerate come delle foto e di conseguenza hanno altri parametri per il caricamento rispetto al vettoriale.

Non mi inoltro nei tecnicismi dei caricamenti di ogni formato, perché cambiano da stock a stock e potrei solo che incasinarti, oltre a non ricordarmi tutto…

Come si Diventa Contributor?

Ogni sito ha il suo sistema:

  • Per Istock devi passare una sorta di piccolo esame per convincerli che hai letto il loro manuale.

    Poi caricherai delle immagini di prova per convincerli che sai fare le immagini che hanno bisogno.

    I dettagli e il manuale da studiare per diventare contributor di IStockphoto lo trovi a questo link: http://italiano.istockphoto.com/sell-stock-photos.php

    Questo manuale va preso molto seriamente perché contiene tutte le info per una collaborazione fluida e fruttuosa e ti servirà anche dopo.

  • Shutterstock invece ti suggerisce di scaricare prima la loro guida on line (in inglese, tedesco, russo e portoghese), a questo indirizzo: http://submit.shutterstock.com/ (dovrai fornire il tuo indirizzo mail, dove ti arriverà il link per il download). Ti sarà chiesto di leggerla con attenzione e, dopo esserti iscritto, di caricare 10 file di prova.

    Non ti avvilire se ti bocciano, potrai ritentare.

    Se vuoi, puoi collaborare con Fotolia o Dreamstime che non richiedono “esamini” da superare.

IMPORTANTE – Tieni presente che tutte le immagini che caricherai, anche dopo la prima approvazione, esamino o iscrizione verranno comunque valutate prima di essere messe sul mercato.

Criteri di Valutazione

I criteri di valutazione sono: tecnici, di mercato e artistici… non so come facciano, ma le controllano una ad una.

La cosa pazzesca è che ti dicono anche le motivazioni del rifiuto, che possono essere: siamo pieni di immagini così, non è abbastanza d’impatto, non ha sufficiente risoluzione e altro. Non sempre sarai d’accordo con loro e delle volte non capirai perché un’immagine sia rifiutata… non mollare! Trasforma un rifiuto in una informazione!

Come Controllare le Vendite

Diventato finalmente un contributor, con un po’ di immagini in vendita, ti dovrai impratichire nell’uso della tua pagina dedicata e a tutte le info che ti serviranno per tenere sotto controllo la tua attività.

Potrai monitorare in qualsiasi momento quanto ogni tua immagine ha guadagnato (solitamente in dollari americani). Shutter addirittura ti fa vedere in un planisfero, dove, geograficamente parlando, sono state vendute. Questo è molto divertente.

Ti verrà anche chiesta la tua identità e la modalità di pagamento. Questa fase va controllata bene,, soprattutto l’area delle fatturazioni e tasse, che cambiano da Paese a Paese. Niente di terribile, ma va controllato bene. Per qualsiasi dubbio o domanda c’è un servizio assistenza via mail e nel caso di Istock, c’è un numero di Milano : 02 36021236.

Tutte le comunicazioni (hai venduto un’immagine etc) avvengono via mail, ti consiglio di farti un account di posta dedicato esclusivamente a questa attività.

Cosa Caricare e Come Fare a Stabilire Quali Immagini Hanno Più Possibilità di Altre?

Per iniziare, leggi i consigli che trovi all’interno del manuale di Istock vale anche per tutti gli altri siti, e poi, all’interno del sito che hai scelto, vai a vedere le classifiche delle immagini più vendute nell’ultimo mese o settimana.

Dopo aver fatto questo giretto (fondamentale ) capirai che la qualità dei lavori è medio/alta e a volte altissima. Dunque non pensare di proporre lavori al di sotto di questo livello che, non vuol dire complesse, dei capolavori o piene di colori.

Ti faccio un esempio:

L’illustrazione di sinistra, rispetto a quella di destra, ha guadagnato molto di più. E’ molto più semplice e facile da fare ma soprattutto ha molti più utilizzi.

Puoi anche scegliere un filone e perseguirlo, per esempio c’è una richiesta, ancora oggi, di illustrazioni, icone, stemmi e altro legate ai mestieri. Decisi così di seguire questo filone.

Per ottimizzare il lavoro ho realizzato con cura un coccodrillo e poi l’ho vestito da cuoco, pizzaiolo, pescatore, giocatore di baseball e altro. Questa serie vende ancora, dopo un paio di anni che l’ho caricata.

Mi sono accorto poi che alla mia età, dopo una carriera ventennale, avevo i cassetti pieni di immagini, icone, grafica varia magari fatte ancora su carta, che qualcuno aveva scartato.

Ne selezionai un po’ e le ho ricostruite adattandole allo stile più moderno.

Esempio:

Avevo fatto una mucca per un lavoro per bambini, era molto carina ma fatta all’aerografo. L’ho rifatta con Adobe Illustrator utilizzando una sorta di effetto ‘glass’ e l’ho piazzata molto bene.

Ecco, questo è il modo di lavorare che, secondo me, ti darà più soddisfazioni.

Ricicli le idee, le composizioni delle vecchie immagini, ricostruendole con uno stile più attuale, che comunque è un bell’esercizio!!!! S’impara un sacco!

Ricorda: Non t’azzardare a spacciare un lavoro fatto anni fa per nuovo, ti beccano subito!

Se per caso, per far spazio, hai buttato i lavori vecchi, o non ne hai perché sei giovane e il filone dei mestieri non ti interessa, ti consiglio di verificare cosa succede nel mercato in generale e proporre cose che possano essere interessanti, esempio: nel 2015 ci sarà l’Expo a Milano, dal prossimo anno tanti clienti saranno alla ricerca di immagini su Milano, sul tema della manifestazione e dell’Italia in generale.

Un’altra cosa che ti aiuterà moltissimo, nella scelta dei soggetti da proporre, è sapere che questo è anche un lavoro stagionale, perciò: Natale, Halloween, San Valentino, Pasqua e Capodanno sono temi che ogni anno vanno aggiornati e nel caso del Natale, per tanti autori, è il momento di vendita più importante.

Mi raccomando però, gioca d’anticipo, fai di tutto per averli in vetrina minimo un mese prima, un ‘immagine natalizia inserita il 24 dicembre ha poche possibilità di vendita.

Poi ti consiglio di metterci anche del tuo: Divertiti!

Quante Immagini Vanno Caricate?

Più ne metti e più possibilità hai di fare soldi. Tieni conto che non è raro trovare autori con migliaia di immagini.

Ovviamente anche la loro qualità farà la differenza. 100.000 immagini brutte non hanno nessuna speranza.

Lavora in base a quello che ti suggerisce il momento, io per esempio non carico più da tanto tempo perché sono impegnato in altre cose che nel frattempo sono arrivate.

Mi riprometto sempre di caricare qualcosa, appena possibile.

Quanto si Guadagna?

Ecco, questa è la domanda delle domande: di sicuro, i soldi li fa:

  • chi ha talento
  • chi riesce a capire e ‘fiutare’ il mercato (rimanendo sempre aggiornato)
  • chi prende seriamente questa attività (curando le immagini al massimo)
  • chi investe in studio e ricerca ( provare nuovi filoni, nuove tecniche)
  • chi ha un portfolio che supera il migliaio di immagini mediamente belle e azzeccate.

Queste caratteristiche unite ad una certa continuità nel caricare, possono garantire da un modesto ad un buon introito . Sicuramente non diventi ricco.

Per il mio amico è un salvadanaio che alla fine dell’anno apre, per altri una cifra che copre delle spese mensili e per altri ancora è una parte importante del loro business.

Dipende soprattutto da quanto impegno e attenzione metti in questa attività.

Altri Vantaggi

Questi siti hanno le loro comunità, chat, blog, convegni, gruppi di lavoro, mail tra colleghi, incontri in giro per il mondo e tanto altro che potrà tenerti aggiornato, stimolato e impegnato.

Un’altra cosa da non sottovalutare è la vetrina, il mercato che ti viene offerto. Sarai visibile in tutto il mondo con il tuo nome, il tuo sito e poi, come è successo a me, qualcuno ti potrà contattare per commissionarti un lavoro personale. Quella volta mi hanno chiesto di fare un’etichetta per una salsa barbecue.

Ciliegina sulla torta: ti farà piacere sapere che è uno dei pochi lavori che ha: ‘l’effetto lotteria’.

Mi spiego, moltissimi contributors, per bravura o per fortuna, hanno azzeccato l’immagine vincente, quella che tutto il mondo vuole, quella che ti fa guadagnare davvero tanti soldi.

Guardavo oggi, tra i più venduti, c’è una mappa degli Stati Uniti in azzurro con i confini di stato in bianco (semplicissima) ha avuto 10.000 download!

Come questa ce ne sono una lunga serie e non sono per niente complesse da realizzare, sono solo ‘giuste’.
Magari la prossima sarà la tua!

Nonostante sia sicuro di aver omesso un miliardo si cose sull’argomento, spero di esserti stato minimamente utile.

Come sempre sono a tua disposizione, per quello che posso, per consigli e suggerimenti.




Potrebbero Interessarti Anche: