Viaggiare in Nepal: Come Trovare Volo, Guide e Compagni di Viaggio

Ecco alcuni servizi online per trovare voli aerei a basso costo, compagni di viaggio e guide turistiche per organizzare da solo il tuo viaggio in Nepal

Serena Lampus

Serena Lampus: Ho lasciato la mia bellissima Itaca, la Sardegna, e ho deciso di cambiare rotta. Ho messo in stand-by la mia carriera da medico per partire da sola alla volta dell'Australia, dove vestire i panni di una nuova professione, quella della "curiosa". Un anno sabbatico? Due anni di riflessione? Un'intera vita in viaggio? Non so, "no planning" questo è il mio motto!

Pubblicato il: 31 Luglio 2013 | Categoria:

Lo scorso marzo sono stata in Nepal: questo Paese mi affascinava e attraeva da tempo, e non poteva essere altrimenti vista la mia passione per i lunghi cammini zaino in spalla!

Dopo i miei primi sei mesi in Australia ho quindi deciso che era giunto il momento di passare un periodo tra le vette himalayane e così ho organizzato il mio viaggio dalla A alla Z da sola grazie a Internet, in maniera super low cost.

Kathmandu, il circuito dell’Annapurna, Pokhara, il Langtang, il mio mese e mezzo in Nepal è stato un viaggio nello spazio e nel tempo, dalle città, ai villaggi, ai paradisi naturali di questo Paese, tra il popolo nepalese e quello tibetano.

In questo post voglio parlarti del lato pratico, riepilogando le informazioni che ti potrebbero essere utili per pianificare un viaggio simile.

Biglietto Aereo

Il primo acquisto è stato il biglietto aereo, ho scelto la compagnia aerea China Southern, nel mio caso (partendo dall’Australia) decisamente la più economica: per farmi un’idea dei prezzi sulla rotta Melbourne-Katmandu ho utilizzato tantissimi portali per ricerca di voli low cost, tra cui


Guide

Fatto il biglietto è scattata la fase informativa: ovviamente ho cercato e letto di tutto e di più googlando suIinternet, soprattutto sul circuito dell’Annapurna (la pagina di wikivoyage sull’Annapurna circuit in inglese è stata come al solito utilissima), ma volevo comunque consultare delle guide, da portare poi con me durante il viaggio: avendo un kindle mi sono orientata sull’acquisto di ebook.

Ecco le guide che ho usato:

  • la guida “Nepal” della Lonely Planet in italiano (edizione di Gennaio 2013, super recente quindi, della quale è possibile acquistare online anche solo i capitoli di interesse in pdf, al momento a 3.90 euro l’uno)
  • la guida “Trekking in the Nepal Himalaya” sempre della Lonely Planet ma in inglese; ho usato quella che è al momento l’ultima edizione e risale al 2009 -un po’ vecchiotta quindi- di cui si possono ugualmente acquistare i singoli capitoli in pdf a pochi euro l’uno – la prossima edizione è prevista per il 2014 (esiste una versione italiana, del 2010 che non è però disponibile come ebook ma solo in formato cartaceo).
  • la “Guida al circuito dell’Annapurna” del 2008 di Marino Curnis (viaggiatore che ha partorito il progetto eurasia pedibus calcantibus) di cui ho apprezzato soprattutto la parte relativa alla storia, cultura e lingua del Nepal in pdf a 9 euro (contatta direttamente via e-mail l’autore se sei interessato all’acquisto)
  • la guida più utile, quella che ho usato per davvero durante il circuito dell’Annapurna: “Trekking the Annapurna Circuit including new NATT-trails which avoid the road” di Andrées de Ruiter e Prem Rai (del 2011, in pdf, scaricata gratuitamente)
  • la relazione di viaggio “Valle di Nar Phu e Mustang” di Giuseppe Pompili del 2012, ugualmente gratuita, interessante in quanto affronta anche una parte del circuito dell’Annapurna.

Uso il Kindle per leggere i libri e le guide perchè in questo modo risparmio sul peso e sul volume dello zaino; per quanto riguarda la ricarica della batteria non ho avuto problemi nonostante la scarsa disponibilità di energia elettrica in Nepal: la batteria dura a lungo e non è necessario ricaricarla giornalmente.

Cercare Compgni di Viaggio

Sono partita senza compagnia per questo viaggio ma non me la sentivo di camminare da sola sul circuito dell’Annapurna perché da ciò che avevo letto prima di partire non è sicuro avventurarsi soli sul percorso.

Così prima di partire ho lasciato dei messaggi sulle bacheche virtuali di vari siti tra cui:

Grazie allo scambio di email che ne è derivato ho incontrato due ragazzi: Tal, israeliano, e Toni, finlandese, che sono poi diventati i miei compagni di viaggio lungo il circuito dell’Annapurna.

Connessioni Internet

Il Nepal non è certo un Paese in cui lavorare comodamente per un nomade digitale: ho trovato difficoltà a trovare connessioni Internet lungo il circuito dell’Annapurna e quando erano disponibili erano spesso lente e relativamente costose (unica eccezione l’hotel Paradise a Marpha, un villaggio lungo il circuito, dove la connessione era una bomba tanto che mi son sparata un’ora e mezza di videochiamate con Skype che andavano che è una bellezza!).

Devo ammettere comunque che ciò è vero soprattutto per le aree rurali, mentre a Kathmandu e Pokhara le connessioni wifi sono diffuse, veloci (quasi sempre) e presenti in tantissimi ristoranti e cafè oltre che negli alberghi.

Un problema grosso in Nepal sono però i tagli di corrente, programmati e non: ogni giorno si resta senza elettricità per anche 8 ore di fila il che costringe ad usare in maniera attenta i dispositivi tecnologici per non restare senza batteria.

Un consiglio quindi? Se vuoi essere sicuro di poter usare il tuo smartphone e pc ti consiglio di portarti appresso più di una batteria, oppure un accessorio che ti permetta di ricaricarle anche se non hai a disposizione una presa di corrente elettrica.

Il Nepal è quindi, a mio giudizio, un Paese splendido da visitare e vivere per un breve periodo ma non mi sento di consigliarlo a chi voglia fermarsi a lungo qui per lavorare online: magari però, proprio per questo, può essere il luogo ideale per riuscire a staccare un po’ la spina, e fidati, le cosa da fare e da vedere sono talmente tante che avrai solo l’imbarazzo della scelta!

Ti è venuta almeno un pochino la voglia di fare un giro da quelle parti?

Se sei curioso di leggere le mie impressioni su questo Paese o vuoi vedere qualche foto puoi dare un’occhiata a questi post sul mio blog:

Se invece hai bisogno di suggerimenti o consigli ulteriori per organizzare il tuo viaggio in Nepal, non devi far altro che scrivermi la tua domanda nei commenti qui sotto e io sarò felice di aiutarti!



Alcune Letture che Potrebbero Interessarti

Nepal-Bhutan. Piccoli mondi himalayani da scoprire in punta di piedi

La varietà dei paesaggi, con l'alternarsi di picchi maestosi e morbide colline terrazzate.

Lo Voglio

Trekking in Nepal

La guida, che propone 30 itinerari per grandi trekking raccoglie, utili suggerimenti per la salute e la sicurezza del trekker, l'elenco completo delle case da tè, dei lodge e dei campeggi situati lungo gli itinerari.

Lo Voglio