Virtual Icebreaker per Team che Lavorano da Remoto

Quando lavori da remoto con altre persone o in team capita spesso di dover rompere il ghiaccio per creare un buon clima di condivisione. Ecco alcuni consigli utili.

Giovanni Battista Pozza: Amo la semplicità nella vita, l'agilità al lavoro e la felicità come esperienza. Ho scoperto che posso lavorare ovunque come in ufficio e anche meglio, così insegno agli altri a lavorare e collaborare da remoto nel miglior modo. Mi piace vivere tra l'Italia e il Costa Rica in base al luogo che mi rende più felice in un particolare momento della vita.

Pubblicato il: 23 ottobre 2018 | Categoria:

Traduzione dell’articolo originale scritto da Lisette Sutherland, pubblicato sul sito blog.polleverywhere.com che puoi leggere qui: Virtual icebreakers for remote teams

All’università, ero membro di un gruppo di studenti in cui ogni riunione iniziava con una breve domanda di apertura. All’epoca non sapevo nulla delle facilitazioni per le riunioni, ma ricordo che mi piaceva quella parte dell’incontro.

Poi sono diventato un manager a capo di un team remoto di 20 persone. Per abitudine ho sempre iniziato ogni incontro con una breve domanda di apertura: il colore preferito, l’odore, il cibo, luoghi di vacanza, e così via.

Le Domande degli Icebreaker Costruiscono un Clima di Condivisione

Quelle domande e risposte si sono lentamente accumulate e, dopo sei mesi di collaborazione, il nostro team ha avuto un legame speciale.

Non ci conoscevamo più in base ai nostri ruoli lavorativi. Bob di Engineering è diventato Bob di Engineering che ha costruito canoe, ama il colore verde, l’odore della pioggia e si è offerto volontario come allenatore per la squadra di baseball di suo figlio.

In seguito ho appreso che le domande “rompighiaccio” di apertura erano una tecnica di facilitazione comune che aiuta tutti a parlare e crea un ambiente sicuro. Hanno il vantaggio aggiuntivo di aiutare a conoscerci l’un l’altro, capire le nostre differenti culture, indipendentemente dal fatto che siamo lontani o co-localizzati.

Le Mie Domande Rompighiaccio Virtuali Preferite

Ci sono un migliaio di domande che vengono raccomandate online. Ecco alcune delle mie domande preferite:

  • Qual è il tuo cibo preferito e il cibo meno preferito?
  • Qual’è stato il tuo primo lavoro?
  • Racconta una storia sul tuo nome…
  • Riempi lo spazio vuoto “Quando ballo, sembro _____”
  • Qual è il tuo fumetto preferito?
  • Momento preferito di [inserire un qualsiasi intervallo di tempo]
  • Cos’era una “nota positiva” (bright spot) da [inserire un qualsiasi intervallo di tempo] (approfondimento di un bright spot)

Fai Una Foto di…

Se hai un sistema di chat collaborativa o un canale secondario di comunicazione in cui è possibile pubblicare le foto, puoi porre domande alle quali è possibile rispondere con le immagini:

  • Le tue scarpe (approfondimento)
  • Guarda fuori dalla tua finestra
  • La tua area di lavoro
  • Qualcosa sulla tua scrivania
  • La città in cui ti trovi (e le persone indovinano dove sei)

Suggerimenti per Mantenere i Tuoi Rompighiaccio Virtuali sulla Buona Strada

Se stai ospitando una riunione, tienili pronti. Vi state incontrando perché ci sono cose che devono essere discusse come una squadra. Queste domande rompighiaccio non dovrebbero intralciare ciò che deve essere fatto.

Non farle diventare troppo personali. Mantieni le tue domande su argomenti generali e scanzonati. Emozioni inaspettate possono essere innescate quando le domande diventano troppo profonde.

Va bene se qualcuno non vuole partecipare. Fai in modo che le persone si ritirino se lo desiderano.

Mantieni i rompighiaccio positivi. Le domande negative possono costruirsi da sole in modi sorprendenti.

Puoi ascoltare l’episodio (in inglese) del podcast Collaboration Superpowers sui rompighiaccio virtuali per i team remoti.

Rompighiaccio Senza Sforzo

Quando sei pronto a creare rompighiaccio per team che funzionano sempre e ovunque, registra un account Poll Everywhere gratuito. Ci sono innumerevoli modi in cui puoi utilizzare un sondaggio live per coinvolgere anche i membri del team più lontani con rompighiaccio vivaci, attività di formazione, sessioni di brainstorming e qualsiasi altra cosa tu possa immaginare.



Potrebbero Interessarti Anche:


Letture Consigliate: