Scrittore Emergente: Come Sfruttare il Web per Costruire la Tua Identità

Se anche tu sei un aspirante scrittore o uno scrittore emergente, voglio condividere con te qualche consiglio per farti uscire dall’anonimato e trasformare il tuo romanzo in una racconto social.

Rita Cioce

Rita Cioce: Amo il mare e a lui sono voluta tornare quando mi sono accorta che il mio tempo di vivere si era ridotto dal venerdì sera alla domenica. La passione per la scrittura è stato il motore che mi ha dato la forza per un’inversione di rotta: voglio vivere da timoniere non da naufraga mi sono detta. Ora mi circondo di scrittori emergenti che seguo in ogni fase del processo editoriale.

Pubblicato il: 26 Gennaio 2016 | Categoria:

Hai scritto un libro, amici e parenti ti assicurano che è davvero interessante ma nella tua testa c’è un ronzio che non la vuole smettere di tormentarti e suona più o meno così: “Posso davvero diventare uno scrittore? O mi dicono bravo solo per affetto?”

Il timore di una risposta che possa far morire le tue illusioni di gloria è molta, per questo sono mesi o forse addirittura anni che il tuo manoscritto riposa nel cassetto della scrivania. Lo prendi e lo sfogli di tanto in tanto ma la voglia di renderlo pubblico si scontra puntualmente con la paura del giudizio e del fallimento.

Io invece ti dico che hai solo un modo per scoprire se puoi fare della scrittura un lavoro: far leggere il tuo libro a tanti sconosciuti e farli affezionare a te. Mettiti in gioco e prova a divertirti, perché non riuscire in qualcosa non significa fallire ma darti l’opportunità di intraprendere altre strade!

Ok nessuno conosce la tua storia, se sei un personaggio famoso la tua fama ti agevolerà ma qui parliamo di te che sogni di diventare uno scrittore ma di fatto non lo sei ancora, e allora ecco i primi passi da fare.

Il web è il terreno perfetto dove costruire la tua nuova identità di aspirante scrittore e puoi farlo grazie a due canali principali: il blog e i social network.

Ricorda che la storia che vuoi raccontare deve rispondere alla domanda silenziosa del tuo potenziale lettore: “perché dovrei leggere questo libro?” L’unicità della racconto, i suoi protagonisti e le emozioni narrate devono essere singolari e sorprendenti tanto da fornire un motivo valido per essere condiviso.

Partiamo dal Blog

Il blog è il cavalcavia che ti consentirà di creare una relazione con il tuo pubblico, e ti aiuterà a far sapere chi sei.

Trasforma il tuo lavoro in una narrazione social e abbatterai i tradizionali confini fra autore e lettore. Sul blog potrai postare aneddoti, articoli, notizie sulle presentazioni o sulla esperienza di scrittura che ha dato vita al tuo romanzo.

Quando scrivi ricordati di essere sempre sincero, una volta online tutti potranno leggere e dire la loro, è importante che la tua immagine sia coerente on e offline. Se dichiari di andare tutte le domeniche a Messa ma poi ti si vede puntualmente al bar non ci fai una bella figura ma soprattutto non sarai più credibile: la reputazione online è fondamentale per la buona riuscita del tuo progetto letterario.

Se basato sulla sincerità, sarà più facile creare un rapporto e questo vale in ogni circostanza della vita; saranno i contenuti che pubblicherai a dire chi sei.

Per veicolare più facilmente i tuoi articoli e sperare di raggiungere il più vasto pubblico possibile è sempre consigliabile rendere gli articoli facilmente condivisibili, inserendo una barra all’interno del tuo sito con tutte le icone ai vari social network che invita a condividere attraverso un semplice click.

Ricordati, inoltre, che l’interazione e l’ascolto sono fondamentali: rispondi alle domande o curiosità dei tuoi lettori, in sintesi fagli sapere che ci sei.

Una volta creato il legame puoi decidere di inserire nel tuo sito una sezione dedicata alla vendita magari con il costo di spedizione incluso nel prezzo o uno sconto per i tuoi lettori più affezionati.

Se non disponi di capitale iniziale per realizzarne uno, ti propongo due soluzioni:

  • Una versione gratuita su WordPress: ti verrà dato un dominio di 3° livello (es. ioscrivoitaliano.wordpress.com) e accedendo alla parte amministrativa potrai inserire contenuto e iniziare a configurare il tuo sito. Ti basterà seguire le istruzioni indicate, sono tutte molto chiare e semplici, ma se dovessi avere delle difficoltà ricorda che la rete pullula di tutorial.
  • Majeeko: una piattaforma creata da una giovane start up italiana, che ti permette di trasformare la tua pagina Facebook in un sito responsive, ossia un sito web che modifica il proprio layout e i propri contenuti in base al dispositivo dal quale si effettua l’accesso e a seconda del sistema operativo usato. Il servizio base è completamente gratuito.

Una volta creato il sito avrai bisogno di immagini e foto. Non siamo tutti fotografi o grafici e all’inizio del nostro cammino potremmo non disporre del denaro necessario per acquistarne. Ti segnalo, quindi, due piattaforme gratuite dalle quali potrai attingere a piene mani con l’unico obbligo di citare la fonte:

In entrambi questi siti il materiale viene aggiornato frequentemente. Attraverso un motore di ricerca interno potrai facilmente trovare ciò che ti serve, ti consiglio di effettuare la ricerca per parole chiave in inglese, sarà più facile trovare quel che cerchi.

E i Social Network?

Se il sito è lo spazio ideale per creare il punto di incontro fra te e lettori, i social network sono la cassa di risonanza.

Quando ricevo una bozza da editare, oltre al consueto lavoro di correzione e revisione dell’insieme, faccio attenzione alle frasi che mi hanno colpito e che in un secondo momento potrei suggerire di associare ad immagini, video o canzoni.

Il testo legato ad un’immagine o ad un contenuto multimediale è un mezzo potentissimo per attirare lettori. Puoi servirti di tutte le arti per propagare il tuo contenuto: un quadro, un disegno, un video, una canzone, sono tutti alleati per il tuo scritto. Questa alleanza ti permette di superare i confini rigidi del libro e di invadere il web attraverso i rivoli di tutte le arti.

Un modo efficace per veicolare i tuoi contenuti è inserire sezioni del racconto in una foto o creare citazioni.

Ma come si fa? Ecco un paio di esempi:

Ho creato questa immagine grazie a Addtext, utilizzando una mia foto e inserendo la frase di un libro a me caro: Oceanomare di Alessandro Baricco.

Carica la foto dal tuo pc o scegline una dalle piattaforme gratuite che ti ho indicato, e scrivi la frase o l’estratto nella casella: “Text”.




Utilizzando lo stesso contenuto ho creato una citazione con Quozio. Hai più di 30 versioni per crearne una. Scrivi il testo, scegli l’immagine che ti piace di più e salvala.

In ambedue le piattaforme i contenuti creati possono essere veicolati direttamente sui social network.

Facciamo Un Piccolo Riepilogo

Devi far partire la promozione almeno due mesi prima della pubblicazione, ricordando che un libro ha in sé due storie: la tua che scrivi e quella del romanzo. Queste due narrazioni gettano le basi per una terza: quella dell’incontro fra te e i tuoi lettori. Il filo che le terrà insieme sarà il tuo blog che congiuntamente ai social network saranno gli strumenti fondamentali della tua cassetta degli attrezzi.

Per trasformare il tuo romanzo in un racconto social puoi creare dei contenuti originali grazie alle piattaforme gratuite che ti ho indicato.

Ora non ti resta che aprire quel cassetto e impegnarti per entrare nella wishlist (lista dei desideri) di migliaia di lettori: non sarà facile ma divertente sì!

Se hai problemi o dubbi che ti impediscono di partire, scrivimi nei commenti quali informazioni ti mancano e saranno l’argomento del mio prossimo post!


Foto Credit Shutterstock


Potrebbero Interessarti Anche: