Personal Branding: Che Cos’è e Perché è Importante

Il Personal Branding è ormai fondamentale nel mondo del lavoro. La tua immagine e la tua reputazione online possono renderti facilmente riconoscibile come il punto di riferimento per la tua nicchia

Eleonora Malacarne: Ho vissuto in Spagna per sei anni, al termine dei quali sono partita per un viaggio in solitario in India. Se prima sognavo solo di ripetere questa esperienza, ora spero di farlo un giorno da nomade digitale. Mi piacerebbe trasformare la mia passione per i viaggi, le danze indiane e la scrittura in una professione online che mi permetta di vivere e lavorare viaggiando.

Pubblicato il: 18 novembre 2014 | Categoria:

In questo post vorrei spiegarti cos’è il Personal Branding e perché oggi costituisce qualcosa di così importante.

Se vuoi diventare Nomade Digitale o lo sei già, saprai che si tratta di qualcosa di fondamentale, ma lo è anche se stai cercando un nuovo lavoro o dei contatti che possono portarti a un nuovo impiego.

Sono finiti i tempi in cui un datore di lavoro si basava solamente su colloqui o sul CV per selezionare il personale, oggi chiunque stia dirigendo un processo di selezione cerca su Google nome e cognome dei suoi candidati per rendersi conto della eventuale esistenza di una loro presenza online, e da questa trae le proprie conclusioni sulla loro reputazione.

Allo stesso modo, se hai un’attività sul Web, saprai che sempre su Google si muove chi cerca un prodotto o un servizio e per questo motivo devi fare in modo di distinguerti dalla massa, di poter offrire qualcosa di diverso rispetto agli altri, qualcosa che abbia una marcia in più.

Della reputazione, della presenza online e del cercare di avere quella marcia in più si occupa proprio il Personal Branding.

Cos’è il Personal Branding

Brand

La parola “brand”, più che “marca” in senso stretto, si riferisce alle emozioni, alle opinioni che un prodotto, un servizio o un marchio suscita nel suoi utenti o nel pubblico in generale.

Ecco che un brand quindi è legato a una serie di valori, emozioni, aspettative che è capace di suscitare nel suo pubblico.

La parola “personal” sottintende qualcosa di legato alla persona, non solo in quanto “personale” e quindi legato a un essere umano, ma quanto soprattutto a un preciso individuo rispetto alla massa.

Il personal brand è quindi l’immagine e la reputazione che un individuo ha o si costruisce attraverso la sua presenza online e le sue azioni nel Web, e diventa quindi la ragione per cui qualcuno ti sceglie come collaboratore (se sta cercando del personale), come punto di riferimento (se è alla ricerca di un aiuto o di informazioni particolari) oppure la ragione per cui un cliente vuole proprio te, i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

Il personal branding non è altro che la serie di strategie che hanno come scopo il conseguire un’immagine e una reputazione online positiva in quanto ti rende differente dalla massa e ti permette di distinguerti dagli altri.

Queste strategie vengono individuate attraverso un processo che identifica come potresti differenziarti da chi ha competenze simili alle tue nel mondo online e/o nel mercato del lavoro in generale.

Cosa è Importante Fare per Creare il Proprio Brand

brand

Per iniziare un’attività indipendente devi chiederti innanzitutto che servizio/prodotto puoi proporre.

Molti pensano che sia solo questione di trovare “l’idea innovativa”, di precedere altri sul tempo, di offrire qualcosa che nessuno offre – entro certi termini è vero- , ma per creare un tuo brand, che ti contraddistingua e contrassegni la tua attività devi innanzitutto analizzare te stesso.

Analizzare te stesso significa pensare alle tue competenze (cosa sai o puoi fare) e alle tue passioni (cosa ti piace fare: questo ti renderà automaticamente un esperto in materia, perché se ami davvero svolgere determinate mansioni, potrai rendere un servizio migliore di altri ed essere particolarmente esaustivo e di aiuto).

Nella tua autoanalisi dovrai inoltre pensare ai tuoi punti forti, a cosa potresti saper fare meglio di altri, ed ecco che conoscere te stesso diventa il primo passo per creare il tuo brand.

Non ci sei solo tu, però, nel mondo. Ci sono anche gli altri, la gente lì fuori che ha bisogno di risposte alle proprie domande, ed ecco che diventa importante anche sapere come vieni percepito: hai due modi per scoprirlo, il primo si basa sulla tua esperienza diretta di relazioni interpersonali di amicizia o lavoro, il secondo consiste nel… digitare il tuo nome e cognome in Google per vedere qual è la tua reputazione online e pensare poco a poco come lavorarci.

Infine, naturalmente dovrai chiederti cosa cerchi di ottenere e di offrire: pensa a quali potrebbero essere i tuoi obiettivi, i valori che vorrai trasmettere e lo stile attraverso il quale comunicherai con il tuo pubblico, tutti aspetti che sono strettamente legati tra loro e ti renderanno “inconfondibile”.

Quelli che ho elencato, per quanto banali ti possano sembrare, sono tutti elementi che permettono di creare il tuo brand, il tuo nome, la tua immagine, la tua identità.

In che Modo si fa Personal Branding?

brand3

Sia che tu abbia scelto di iniziare una tua attività online e indipendente, sia che tu stia lavorando da dipendente in un determinato settore, fare personal branding è in ogni caso importante.

Se hai mirato a creare un tuo brand dovrai (oppure lo sei già) diventare un esperto, un punto di riferimento nella nicchia che hai scelto di esplorare, qualcuno a cui è possibile fare delle domande e ottenere delle risposte esaurienti.

Per diventare il punto di riferimento in un determinato ambito potresti quindi:

  • Avere un sito della tua attività con dei contenuti di valore e originali che si rivolgano agli utenti della tua nicchia, che andrai creando gradualmente e a cui dovrai dedicarti costantemente;
  • Essere presente sui Social Network ed aggiornarti su gruppi e pagine del tuo settore e della tua nicchia, se decidi di aumentare la tua presenza online attraverso un blog, anche in esso pubblica contenuti di valore rivolgendoti agli utenti della tua nicchia e pensando alle domande che potrebbero porti;
  • Creare una community o partecipare alle community esistenti legate ai valori da te trasmessi e alle tematiche del tuo settore: in questo modo potrai crearti dei contatti e dimostrare la tua conoscenza e capacità di ascoltare;
  • Partecipare alle discussioni che avvengono all’interno della tua nicchia, mantieni vivo il dialogo e ascolta il tuo pubblico come persona: tu sei un esperto, ma per farti apprezzare devi offrire il tuo aiuto e la tua disponibilità al tuo pubblico.

Hai già fatto qualche esperimento sulla tua presenza online?

Ti è già capitato di pensare a qualche strategia per migliorarla e ne hai qualcuna da condividere?

condividila pure attraverso i commenti qui sotto!



Potrebbero Interessarti Anche:


Personal Branding: promuovere se stessi online per creare nuove opportunità

Impara l'arte di promuovere e vendere te stesso online. - Luigi Centenaro e Tommaso Sorchiotti

Lo Voglio

La Mucca Viola: farsi notare (e fare fortuna) in un mondo tutto marrone

Metti una Mucca Viola in tutto ciò che fai e avrai una soluzione che non passa inosservata. - Seth Godin

Lo Voglio