Vuoi Lavorare da Remoto? Ecco Perchè Dovresti Partecipare ad Un Workation-Retreat

Vorresti lavorare da remoto come nomade digitale, fare un'esperienza di viaggio e sentirti al tempo stesso più felice, più produttivo e più motivato? E’ arrivato il momento di partecipare ad un workation retreat

Alberto Mattei

Alberto Mattei: Col mio spirito giramondo e anticonformista sto capitanando Nomadi Digitali, un'emozionante avventura umana e lavorativa che ho fondato per il desiderio di realizzare il sogno di una vita e dopo un caldo, sorprendente e indimenticabile viaggio in Messico. Voglio dare grandi ali a questo progetto e fargli raggiungere inaspettati traguardi.

Pubblicato il: 10 aprile 2018 | Categoria:

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni Eleanor Roosevelt

Essere nomade digitale è un nuovo modo di lavorare, di vivere, di essere…

Quando ti rendi conto che oggi è possibile conquistarsi la libertà di poter lavorare in remoto da qualsiasi luogo, viene spontaneo che tu ti chieda perché non lo fai.

E proprio in quel momento cominci ad avvertire la necessità di cambiare qualcosa nella tua vita e inizi a provare un leggero senso di frustrazione.

Le domande si rincorrono e spesso non riesci da solo a trovare le risposte di cui hai bisogno e mille dubbi ti assalgono.

“Sarò in grado di farlo anche io? Da dove si inizia? Quali sono i rischi? Cosa posso fare? Avrò la capacità e le competenze giuste per farlo? Questo stile di vita e di lavoro è realmente sostenibile?”

Hai bisogno di fare chiarezza e così ti metti in cerca di risposte raccogliendo informazioni, ma spesso finisci per naufragare nell’oceano sterminato di Internet.

Senti il bisogno di confrontarti con qualcuno ma non trovi la persona, il contesto e il momento giusto per farlo. Più cerchi di risalire per respirare la bellezza dei tuoi sogni, più hai la sensazione di andare giù e affogare.

Il modo migliore trovare risposte alle tue domande e continuare ad alimentare i tuoi sogni è quello di vivere un’esperienza a stretto contatto con persone e professionisti nomadi digitali che già lavorano da remoto, spostandosi in luoghi diversi del mondo e in passato hanno già fatto il tuo stesso percorso e si sono posti le tue stesse domande.

Ecco, il primo passo è circondarsi di chi ti dice: “Si può fare!” – Francesca Folda

Avere l’opportunità di confrontarsi con persone simili a te nel luogo giusto, al momento giusto, è senza dubbio la soluzione migliore che tu possa sfruttare, per motivarti, apprendere cose nuove, fare chiarezza e approfondire determinati argomenti e conoscenze.

Insomma in poche parole… dovresti partecipare ad un Workation Retreat!

Di cosa si tratta? Te lo spiego subito:

Cosa è Un Workation-Retreat?

Il retreat (re-treat=ri-trattare, imparare a trattare diversamente) potremmo definirlo come un’esperienza di viaggio fatto con uno scopo preciso: uscire dalla tua area di comfort per scoprire nuove opportunità e nuove prospettive per te stesso.

Il Retreat è un modo di staccare totalmente dalla vita di tutti i giorni e immergersi in un contesto nuovo a contatto con persone che condividono la tua stessa filosofia di vita. Persone che amano stare insieme per confrontarsi e trovare nuovi stimoli, in un luogo e in un contesto capaci di sostenere questo processo.

Durante un Retreat, oltre a goderti un viaggio e un bellissima esperienza di vita, impari a vederti con gli occhi degli altri partecipanti che ti fanno da specchio, senza giudizio ma con comprensione ed empatia perché tutti sono lì per condividere lo scopo di quel viaggio.

Allo stesso modo il termine Workation, (work =lavoro + vacation = vacanza) è un termine utilizzato dai professionisti dai nomadi digitali che lavorano da remoto
per indicare la possibilità di continuare a lavorare, vivendo al tempo stesso una vacanza e un’esperienza di viaggio condivisa.

Indipendentemente dal termine che viene usato per indicarli, workation reteat, coworkation, o workation camp, si tratta di eventi progettati ad hoc che utilizzano l’esperienza di viaggio e il cambiamento di ambiente per influenzare i nostri pensieri e i nostri stati emozionali al fine di aumentare la nostra motivazione e la nostra produttività.

I Workation Retreat si basano sul raggiungimento di un obiettivo, attraverso il collegamento, l’apprendimento e l’ispirazione da parte degli altri. Che si tratti di facilitatori, formatori o dei partecipanti stessi.

Perchè Dovresti Partecipare ad Un Workation-Retreat?

Viaggiare è già di per sé una delle attività più belle e arricchenti che si possano vivere.

Viaggiare con uno scopo e con la consapevolezza che stai investendo su te stesso e sulla la tua formazione personale e professionale è ancora più appagante.

Partecipare ad un Workation-Retreat significa impegnarsi veramente in una vacanza immersiva che genera ispirazione, coltiva la creatività e facilita connessioni significative. Una volta che il tuo stato mentale è calmo, allora puoi concentrarti su te stesso, fare chiarezza e trovare risposte alle tue domande.

Quando sei in un contesto nuovo, con persone nuove, vedi le cose in una prospettiva diversa. Tendi ad analizzarti di più, ad uscire dalla tua area di comfort e inizi a provare un senso di libertà che ti fa sentire come se i tuoi confini fossero illimitati. Essere felici ti porta nello stato giusto per apprendere cose nuove e trovare nuove soluzioni.

Durante tutti i giorni del Retreat hai tutto il tempo per confrontarti apertamente, in maniera informale e senza barriere, con persone e professioni che hanno fatto o stanno facendo il tuo stesso percorso di vita e si sono trovati a superare gli stessi ostacoli.

Viaggiare e muoversi attraverso luoghi diversi unito allo slancio creativo dello stare insieme, sono passi abilitanti per nutrire nuove idee e aumentare la tua motivazione.

E ancora, connettersi con la natura aiuta a staccarsi dal proprio mondo e dalla propria routine. Il ritmo veloce rallenta in un ritmo più lento e naturale. Questo conduce in uno stato di flusso. Una volta che siamo in quello spazio mentale positivo, le nostre nuvole mentali vengono spazzate via e le nostre decisioni diventano più chiare.

Come Fare per Partecipare ad Un Workation-Retreat per Nomadi Digitali?

Stanno nascendo molti tour operator e portali online che offrono questo tipo di esperienze. Questi portali offrono dei veri e propri pacchetti turistici per scoprire una nuova destinazione e al tempo stesso continuare a lavorare, relazionandoti con altri nomadi digitali e professionisti che lavorano da remoto.

Tra i più famosi ci sono senz’altro Refuga.com, Coworkation.com, WiFitribe.co, e tanti altri programmi come ad esempio RemoteYears.com che offre addirittura la possibilità di passare un intero anno in viaggio in compagnia di altri remote worker professionisti.

,.

Un Workation-Retreat 100% Made in Italy

.

Il problema di questi portali è che spesso offrono esperienze di workation-retreat studiate ad hoc per un target internazionale, principalmente statunitense.

Per goderne a pieno è indispensabile parlare un inglese fluente, avere una buona disponibilità economica e molte volte ci si trova a confronto con professionisti provenienti da paesi in cui la cultura del lavoro da remoto è molto più sviluppata che da noi. Il gap di cultura digitale, soprattutto per chi è all’inizio del suo percorso, può essere difficile da superare e generare frustrazione.

Proprio partendo da queste considerazioni e dalle richieste che ci sono arrivate nel corso del tempo, noi di Nomadi Digitali® insieme a Home for Creativity, (coliving filosofico nel cuore della campagna calabrese) , Francesco Biacca CEO di Evermind (network di professionisti italiani che lavorano e collaborano da remoto dal 2011) e Giovanni Pozza, nomade digitale, considerato uno dei maggiori esperti di felicità al lavoro ( fondatore e CEO di Be Happy Remotely), abbiamo deciso di organizzare dei “Workation Retreat” interamente Made in Italy e destinati ad un target di italiani.

In Cosa Consiste?

Si tratta di un pacchetto di viaggio di 7 giorni, all inclusive, alla ricerca di ispirazione, lentezza, connessioni e autenticità da vivere insieme a professionisti remote worker e aspiranti nomadi digitali nel tipico spirito del coliving.

Una settimana di avventura, ispirazione, formazione, progettazione condivisa e individuale, alternata a momenti di svago, relax ed escursioni del territorio, per sperimentare in prima persona lo stile di vita da nomade digitale.

.

Obiettivo:

Vivere un’esperienza divertente e costruttiva insieme a chi ha la tua stessa visione e i tuoi stessi obiettivi di vita, per crescere insieme e aiutare chi è all’inizio del suo percorso a trovare la sua vocazione professionale e personale, a definire i suoi obiettivi e a trasformarli in un nuovo progetto di vita e lavoro in remoto senza vincoli territoriali.

Il prossimo Workation Camp, 100% Made in Italy, si terrà dal 12 al 19 Maggio… Se ti interessa partecipare, segui il link qui sotto per avere tutte le informazioni che ti servono.

Workation Camp per remote worker e aspiranti Nomadi Digitali

Sperando di vederti presto ad uno dei nostri eventi, concludo questo post parafrasando le note di un famoso cantautore italiano: Non perdere l’occasione se no poi te ne pentirai…non capita tutti i giorni di avere dei consulenti, che si fanno in quattro per te….!




Foto credit Shutterstock



Potrebbero Interessarti Anche: