Quando Fai della Vulnerabilità Un Punto di Forza, i Team Remoti Eccellono

L’obiettivo finale dei team che lavorano da remoto è creare un ambiente sano per consentire a tutti di eccellere ed essere in grado di superare sfide nuove e imprevedibili.

Alessandro Montalto: Credo nella forza rigeneratrice delle connessioni umane, quelle vere che mettono radici in profondità. Credo nell’armonia tra noi e il resto della natura. Ho lasciato la ricerca per dedicarmi al coaching a tempo pieno. Una nuova vita in sintonia con la mie passioni. Una professione che ha aiutare gli altri come filosofia di vita. Rigeneriamo il mondo insieme.

Pubblicato il: 12 Maggio 2020 | Categoria:

Il mondo sta cambiando rapidamente. Il lavoro da remoto ha avuto una spinta enorme e le persone in tutto il mondo stanno cercando di adattarsi alla nuova mentalità.

Qualunque sia il tuo ruolo in un team remoto, devi tenere d’occhio chi soffre di solitudine, disconnessione, mancanza di senso di appartenenza e ridotta produttività. Quella persona potresti anche essere tu.

L’obiettivo finale è quello di creare un ambiente remoto sano per consentire a tutto il team di eccellere ed essere in grado di superare sfide nuove e imprevedibili.

La vera domanda è come raggiungere un obiettivo così difficile: da dove iniziare e quali solide strategie mettere in atto per realizzarlo?

Parto dallo scomporre il problema, analizzandolo e rimettendo insieme i pezzi per osservare la strategia che ne emerge.


Significato di Team Remoto Sano e Cosa ne Consegue

Dobbiamo prima concordare sulla definizione di team remoto sano. Devi prendere in considerazione i seguenti parametri per definire lo “stato di salute” del team:

1) Leadership. Un team remoto non può eccellere se il boss non considera se stesso come uno del team. Un manager deve capire che anche se ha responsabilità diverse, il suo ruolo non è al di sopra degli altri.

2) Visione. Sei sicuro che l’intero team abbia una visione allineata di dove stanno andando gli sforzi di ciascuno e perché? In altre parole, quanto d’accordo sono tutti i membri del team circa ciò che stanno facendo e perché, rispetto alla visione dell’azienda?

3) Senso di appartenenza. I membri del team si aiutano a vicenda senza giudicare, organizzano (e prendono parte a) eventi online, si prendono cura l’uno dell’altro anche rispetto alla vita privata?

4) Comunicazione. Quanto ti senti libero di esprimere le tue opinioni, dare e ricevere feedback?

Se trovi difficile metabolizzare un feedback negativo, vuol dire che un sano canale di comunicazione è compromesso.

Se non ti senti libero di esprimere le tue idee, di cosa hai paura? Se la risposta è il giudizio degli altri colleghi, allora ci sono sicuramente alcune modifiche da apportare per creare un team remoto decisamente più sano.

Ora che conosci i parametri in base ai quali riferirti per capire le condizioni di salute del team nel quale lavori, passo a spiegarti perché è così importante esaminare questi parametri specifici.

Quando ti preoccupi di stabilire un dialogo aperto e attivo, che tu sia il responsabile del team o no, stai aprendo la strada ad una connessione genuina con i tuoi colleghi. Alla connessione seguirà un senso di appartenenza. Se il team è unito, gli stessi valori verranno condivisi. Stessi valori costruiscono una visione comune.

Se sei il responsabile del team, presta attenzione alle seguenti implicazioni. Vuoi far parte di un team vincente, vero? Allora devi iniziare stabilendo un’ottima strategia di comunicazione che porti il ​​team a sentirsi appartenente alla cultura della tua azienda, ad allinearsi con la visione e la strategia dell’azienda. Questa è l’unica soluzione per “essere sulla stessa barca” e iniziare a remare insieme verso la stessa destinazione.

La creazione di una strategia di comunicazione vincente è quindi la chiave per aprire le porte a un fantastico lavoro di gruppo che promuoverà creatività e, di conseguenza, produttività. Non importa se sei il responsabile del team. Ciò che conta è che inizi a comunicare in modo diverso e ti dirò esattamente come.


Come Creare Una Comunicazione Sana

La comunicazione, quindi, è il primo passo per creare un team affiatato. Puoi stabilire routine che coinvolgono l’intero team con l’aiuto di app come lunsj.ai. Un ottimo strumento che tutti i team remoti dovrebbero avere per rimanere facilmente connessi senza preoccuparsi delle distrazioni che derivano dagli aspetti pratici. Questi strumenti sono utilissimi, ma se non sei pronto a usarli correttamente, allora non importa quanto sia evoluto lo strumento, ti sentirai comunque perso.

Ogni volta che vuoi avere una conversazione onesta e aperta, devi capire il contesto e le dinamiche in gioco. Se sei un boss / manager / leader, devi tenere presente che ci sarà sempre un gioco di potere tra te e il resto del team. Un capo può essere la persona più dolce e comprensiva del mondo, ma il semplice fatto che il suo ruolo è quello di prendere decisioni lo rende potente agli occhi degli altri. Non mi dilungo sui dettagli del perché. Diciamo solo che siamo tutti educati a guardare chi prende decisioni come il responsabile e la persona con più potere.

A causa di questo squilibrio, il canale di comunicazione è compromesso e di conseguenza la produttività dell’intero team. Ne segue che il destino di tutta l’azienda è in gioco. L’unico modo per bilanciare le dinamiche del team è introdurre vulnerabilità. So che spaventa, ma è l’unica soluzione possibile per svolgere un ottimo lavoro di squadra.
Per dirla con Brené Brown, “attraverso la mia ricerca, ho scoperto che la vulnerabilità è la colla che tiene insieme le relazioni. È la salsa magica.”


Vulnerabilità e i Suoi Vantaggi

Vuoi lavorare circondato da persone che si supportano a vicenda, che sono sulla stessa lunghezza d’onda e con le quali condividi valori e visione? Stabilisci da subito un’eccellente strategia di comunicazione. Come? Includendo la vulnerabilità!

Se hai le idee un po’ confuse su cosa esattamente sia la vulnerabilità e in cosa si manifesta, lascia che ti aiuti a ottenere una panoramica chiara.

La vulnerabilità è la scelta consapevole di esprimere te stesso sinceramente e congruentemente, esprimendo ad alta voce emozioni e opinioni.


Pensa a quante volte hai voluto dare il tuo contributo a un’idea, ma ti sei trattenuto dal parlare. Prendiamo in considerazione tre possibili scenari.

Se pensi che la tua idea sia inutile o addirittura stupida, stai agendo sulla base della paura del giudizio, senza mostrare alcuna vulnerabilità.

D’altra parte, se pensi che sarebbe una buona idea analizzare in dettaglio il tuo contributo prima di condividerlo con il team, stai prendendo in considerazione l’intero team, agendo con generosità. È un grande passo avanti verso la vulnerabilità, ma non ci sei ancora.

Se invece dai la tua opinione senza alcun timore, potresti per esempio dire qualcosa come “ragazzi, ho un contributo da dare. Non l’ho ancora analizzato ampiamente. Vedo alcuni possibili svantaggi in ciò che volete attuare e potrei avere alcuni miglioramenti.

Posso illustrarvi la mia idea?” Questo è parlare! E ti stai comportando sulla base di un interesse genuino nel rendere le cose migliori, non solo per te, ma per l’intero team. Questa è vulnerabilità.

Nell’ultimo scenario, è chiaro come dubiti che la tua idea possa davvero apportare alcuni miglioramenti. Addirittura consenti al team di decidere di non ascoltare il tuo contributo, affrontando con coraggio un possibile rifiuto. Il tuo atteggiamento spronerà gli altri a fare lo stesso e si instaurerà un vero dialogo, basato su una catena di feedback costruttivi. L’intero team remoto sarà coeso e affiatato.

Immagina ora per un momento quanto potente può essere l’incoraggiamento se il primo a mostrare vulnerabilità fosse il manager. Nella sezione precedente, ho menzionato che la vulnerabilità può livellare il gioco di potere tra un manager e il resto del team. Ora è facile capire che quando un boss mostra vulnerabilità, sta restituendo quel potere a tutto il team. Fondamentalmente sta dando l’esempio, essendo sincero e aperto a un feedback genuino. Questo è l’inizio di una vera cultura remota!


Cosa Puoi Fare Già da Adesso per Creare Un Ambiente Sano

Hai capito cosa serve per costruire un sano team remoto in cui sono condivisi senso di appartenenza, valori e visione. Sai anche che ciò di cui hai bisogno per mettere insieme quel team è una nuova strategia di comunicazione che poggia su solide basi di vulnerabilità. Puoi iniziare già da ora ad includere e mostrare vulnerabilità. All’inizio sarà dura, ma stai pur certo che a lungo termine il risultato sarà meraviglioso.

Includere vulnerabilità è l’unico modo per riunire intorno a te un team straordinario che sarà in grado di far fronte a sfide nuove e imprevedibili. La vulnerabilità è la soluzione per riunire persone affini, lavorare e capire insieme quale sia il percorso più veloce, divertente e remunerativo per raggiungere una destinazione comune.

Se vuoi creare una squadra da sogno, devi essere pronto ad accogliere un modo di essere vulnerabile che sia incondizionato, libero da pregiudizi e compassionevole. So che è difficile e sono qui per offrirti il ​​mio aiuto e supporto per diventare più vulnerabile e potenziare la strategia di comunicazione che farà eccellere il tuo team.

Come puoi chiedere aiuto? Prenotando una sessione conoscitiva con me in cui puoi dirmi di più circa la tua situazione e avrai un visione chiara su come posso aiutarti.



Potrebbero Interessarti Anche:


Letture Consigliate: