Come Diventare Un Professionista del Web (Marketing)

Ecco i consigli di 9 esperti che condividono il loro punto di vista su come iniziare a diventare un professionista nel mondo del web marketing

Jonathan Pochini

Jonathan Pochini: Sono diventato Nomade Digitale gradualmente, passando per un paio di agenzie a Firenze, la rinuncia a un contratto a tempo indeterminato e un lavoro freelance a Sydney. Oggi la mia rete di clienti online mi permette di lavorare ovunque, viaggiare, esplorare diversi stili di vita e avere più tempo da dedicare ai miei progetti personali. Mi occupo di SEO, Marketing e contenuti per il Web.

Pubblicato il: 18 Novembre 2013 | Categoria:

come-diventare-professionista-del-web-marketing

In seguito alla pubblicazione dei miei primi articoli su questo sito, alcuni di voi mi hanno chiesto consigli per intraprendere un percorso personale per diventare consulenti SEO o Web Marketing… o comunque per ritagliarsi una professione in ambito Web, per condurre uno stile di vita nomade digitale.

Mi hanno chiesto consigli su libri, corsi e addirittura corsi di laurea. Rispondere non è in realtà così semplice e lineare.

Nel settore piuttosto ampio del Web marketing ci sono infatti professionisti con una gran varietà di background:

  • chi viene da informatica;
  • chi dal marketing;
  • chi da storia e filosofia (ricordo l’interessante sillogismo di un collega programmatore/filosofo secondo il quale “programmazione = logica; logica = filosofia, ergo, programmazione = filosofia”);
  • per concludere con il curioso caso di un famoso sviluppatore e SEO olandese (quello del noto plugin WordPress SEO by Yoast), che era uno studente di teologia!
  • E c’è, naturalmente, anche chi si è formato semplicemente da una propria passione personale (cioè senza una particolare laurea o formazione specialistica).

Proprio per questo motivo ho deciso di chiedere l’aiuto di alcuni colleghi: ognuno di loro ti potrà rispondere alla domanda “Come diventare un professionista del Web” sulla base della propria esperienza formativa e lavorativa.

(Troverai i loro contributi e i loro consigli nella seconda parte di questo articolo.)

Premesso ciò, è importante che tu sappia che lo stesso Web marketing inoltre comprende un gran numero di competenze e specializzazioni, che vanno dalla conoscenza dei codici di programmazione alla capacità di scrivere e comunicare in maniera efficace.

Sarà più facile parlare di libri o di corsi a livello di singolo progetto; definiti infatti un progetto e un obiettivo chiaro e misurabile sorgeranno alcune domande:

  • Come progetto il mio sito web? Come organizzo le informazioni? Come ne curo la comunicazione? -> libri sulla progettazione di siti, sull’information tecnology, sull’usabilità, sul web design per il ROI, sulla scrittura per il Web…
  • Come lo realizzo? In HTML? in WordPress? E’ un e-commerce? -> libri e corsi sull’html, su WordPress, sui software per e-commerce…
  • Come lo promuovo? Con la SEO, con il PPC, con i Social Media? -> libri e corsi sulla SEO, su Adwords, sul Social Media Marketing, sul Facebook Advertising…
  • Come ne misuro i risultati? Come identifico possibili problemi e opportunità? Come posso fare crescere il mio progetto? -> Risorse sulle Google Analytics ed altri strumenti di misurazione e di analisi…

Infine la caratteristica principale di questo settore è che cambia di continuo. Quello che potresti fare a partire da adesso è quindi quello che ogni professionista deve già fare ogni giorno:

  • leggere il proprio feed reader, seguire i blog di settore, i forum e le community e tenersi aggiornato sulle novità;
  • tenere d’occhio l’attività dei propri colleghi e contatti sui vari social network (Google+, Twitter, LinkedIn, Facebook…);
  • fare ricerche individuali ogni volta che trovi uno spunto da approfondire (perché per esempio segnalato da un collega o su uno dei blog che segui);
  • fare esperimenti, test e mettere in pratica le nuove conoscenze acquisite tramite le proprie ricerche e gli strumenti di cui sopra;
  • fare network con i propri colleghi, scambiare esperienze e condividere pareri, risorse e informazioni.

(Nella terza parte di questo articolo troverai una lista di risorse per tenersi aggiornati compilata da tutti i contributor di questo articolo).


Come Diventare Professionista del Web (marketing). Chiediamolo ai Professionisti.

Tutti i pareri che vedi qui sotto vengono da professionisti che conosco, con i quali ho magari collaborato in qualche progetto o dei quali ho potuto apprezzare la disponibilità; professionisti che stimo e di cui garantisco personalmente capacità e competenza. Alcuni sono già formatori o hanno avuto esperienze nella formazione, alcuni sono piuttosto conosciuti nel settore, altri si limitano magari a fare il proprio lavoro senza farsi troppa pubblicità ma garantendo comunque il loro preziosissimo contributo alle attività dei propri clienti.

Nota: mi inserisco anch’io tra i contributor in modo che il mio parere personale sia espresso nella stessa misura con cui vengono espressi i pareri degli altri.

Sentiamo quindi cosa hanno da suggerirti riguardo alla domanda “Come diventare professionista del Web (marketing)?”


Jonathan Pochini

Consulente Online Marketing (specializzazione nel multilingual SEO)

Motto: Trova un lavoro che ti piace e non dovrai più lavorare per il resto della vita

jSono partito anch’io da un’importante base teorica (Tesi e Master sul Web Writing) ma credo sia stata la realizzazione “amatoriale” dei miei primi siti Web a farmi ottenere il mio primo contratto in azienda. Ho potuto quindi imparare direttamente sul campo, “a bottega”, facendo gavetta in un paio di agenzie web e continuando a realizzare progetti personali al di fuori dell’orario di lavoro. Ritengo di aver fatto le esperienze formative più importanti trovando soluzioni a problemi concreti.

Secondo me dovresti quindi iniziare a sporcarti le mani il prima possibile: fai il tuo primo sito Web, la tua prima pagina Facebook, Google+… e inizia a muovere i primi passi per la promozione del tuo progetto.

Non ci sarà mai un corso o un libro che tenga il confronto con un’esperienza concreta di un progetto su cui hai sbattuto la testa in vista di un risultato.

D’altra parte, se fai un buon lavoro di selezione delle tue fonti (blog, forum, community…), potresti ritrovarti con una miriade di informazioni gratuite ma non strutturate. Quindi il libro più importante sarà quello che formerai nella tua testa (o nel tuo blog) organizzando le informazioni raccolte strada facendo.

Solo dopo che ti sarai appassionato ad un determinato autore (ad esempio perché hai iniziato a seguire il suo blog), potresti prendere in considerazione l’acquisto di un suo libro o di un suo corso (e solo nel caso in cui questo acquisto ti potrà far risparmiare diverse ore di ricerche).

http://www.thanx.it/

https://plus.google.com/u/0/+JonathanPochini


Emanuele Tamponi

Consulente SEO (specializzazione nel web marketing per il turismo)

ePer me i buoni libri sono ancora importanti, anche nel nostro settore. Entrando nel vivo, ci sono due livelli di formazione: il primo è propedeutico e riguarda le conoscenze teoriche, senza le quali si rischia di muoversi per tentativi ameboidi, privi di organicità e prospettiva.

Primo consiglio, quindi: dotarsi di bussola. Ho trovato molto interessanti diverse letture: tra i tanti consiglio “Il marketing dalla a alla z” di Philip Kotler, per prender un briciolo di dimestichezza con concetti e linguaggio del marketing. Ti sarà utile qualsiasi declinazione prenderà la tua presenza da professionista del Web. Ma poi non fermarti: la teoria è ciò che darà struttura al tuo lavoro.

Il secondo livello di formazione: i fondamentali, ovvero la tecnica. E’ ciò che dà precisione al tuo lavoro, curala. Anche qui partirei con un libro (da scegliere in base a dove vuoi arrivare), per avere una visione ragionata della questione. Metti in pratica il prima possibile. Osa e sperimenta, anche molto (ma solo su progetti personali), poi approfondisci i singoli problemi cercando sul Web. I corsi di natura tecnica? Non all’inizio. In seguito cerca quelli che approfondiscono un singolo aspetto e che forniscono case history, oppure quelli fatti su misura.

Infine: non limitarti a ciò che richiede la tua professione, non essere solo diligente. Il tuo bagaglio culturale, anche se non ha una relazione immediata con gli aspetti operativi, è ciò che dà intensità al vostro lavoro. Sconfina. E sii duro a morire.

http://www.emanueletamponi.com/

Twitter: @cityoff


Luca Bove

Consulente SEO

lPer chi vuole partire i libri sono fondamentali soprattutto per avere delle basi solide su cui costruire tutto. Se si vuole diventare consulenti non bisogna imparare le soluzioni, ma il modo di risolvere il problema, in modo da affrontare in maniera positiva le varie problematiche che si presentano via via. Ed esistono pochi strumenti validi come un BUON libro che spieghi bene i dettagli fin dal principio.

Ci sono anche dei buoni corsi da seguire con vari livelli di complessità che possono essere molto utili soprattutto all’inizio.

Mantenere poi contatti con colleghi (sia online sia offline) con cui scambiare pareri ed opinioni è vitale. Il Web inoltre offre varie risorse molte delle quali gratuite per gli aggiornamenti e il dibattito.

Se vuoi specializzarti sulla parte più tecnica, oltre a dei buoni libri di programmazione è importante comprendere il campo dell’Information Retrieval.

E soprattutto dovrai sviluppare competenze generali di Marketing, perché la tecnica da sola non basta se non è funzionale ad un piano generale di azione.

Per il resto ci vuole molta pratica e molta esperienza. Il miglior modo di imparare è sbattere la testa e tenersi costantemente aggiornati sull’evoluzione impetuosa del settore.

http://luca.bo.ve.it

http://www.imevolution.it


Carlotta Silvestrini

Graphic & Web Designer, Art Director

Motto: There’s no place like 197.0.0.1

gIl mio consiglio: non ho lasciato che gli altri scegliessero per me. Mi hanno costretta a diplomarmi al Liceo turistico “perché così trovi lavoro”, ma il mio istinto chiedeva creatività e tecnologia. Come coniugarle?

Creando con i bit. Nonostante una formazione più tecnica alla facoltà di Information Technology, ho iniziato a lavorare in campo fieristico per grosse aziende, inizialmente come aiutante, poi come standista, poi progettando interi stand e curando l’immagine di tutto il lato corporate. Nel frattempo non perdevo tempo (salvo giocare ad Ogame 🙂 ). Studiavo solo le cose che mi interessavano veramente: marketing, strategie di vendita, comunicazione.

Ho mosso i primi passi nel Web con FrontPage nel 2003, contemporaneamente abbinavo la grafica con Photoshop. Nel 2007 è diventata una professione con una stressante gavetta presso grosse aziende del Nord Italia, tra lo smog e uno stipendio che se ne andava tutto in affitto e spese.

Mentre tutti urlavano “sei impazzita?” ho salutato per sempre l’Emilia Romagna, perché ho deciso di meritare di più dalla vita. Con poche centinaia di euro al mese vivo in Ogliastra, un paradiso terrestre dove posso fare il lavoro che amo in libertà, mentre mi avanza tutto il tempo da dedicare alla famiglia, alla formazione continua (essenziale!) e alle mie passioni. Meglio di così? E il trucco sta solo nel capire che la realizzazione professionale e personale dipendono solo da quanto siamo capaci di ascoltare le nostre reali necessità. A quel punto il successo non è altro che una diretta conseguenza.

http://www.improntedigitali.net/

https://plus.google.com/u/0/+CarlottaSilvestrini


Giacomo Rutili

Sviluppo Web, Web marketing, formazione professionale

GiMotto: impara l’arte e mettila da parte

La mia formazione è varia: studi universitari, libri, esperienza da autodidatta e periodici corsi di aggiornamento. Oltre a questo, ogni giorno dedico almeno un’ora alla lettura di feed, forum e community.

Trovo molto utile, inoltre, sfruttare i Social Network (Google+ e Twitter) per seguire i miei colleghi (virtuali o meno). Grazie ad hashtag e cerchie riesco ad ottimizzare il flusso di informazioni ottenendo uno stream in sintonia con quelle che sono le mie necessità. Mi confronto, chiedo, provo a dare qualche consiglio e cerco di interpretare le tendenze della SEO e del Web marketing. Appena scopro qualcosa di nuovo cerco subito di testare quanto imparato, anche sul mio blog personale.

Per diventare un professionista del Web marketing consiglio di conoscere la SEO, almeno le basi, con la consapevolezza che le tecniche cambiano frequentemente e che senza pratica si va poco lontani. E’ importante quindi tenersi aggiornati, sperimentare e non dar niente per scontato.

Consiglio anche una buona conoscenza del marketing tradizionale (dalle 4P in poi), una certa flessibilità di pensiero oltre ad una capacità di adattarsi alle situazioni. E’ necessario, infatti, saper valutare la miglior soluzione possibile per il cliente, tenendo in considerazione tempi, budget, mercato, contesto.

Last but not least: osserva, sii curioso, poniti domande, confrontati. E non dimenticate mai ciò che hai imparato nel quotidiano, altre esperienze, anche non strettamente correlate, possano sempre far comodo.

https://plus.google.com/u/0/+GiacomoRutili


Roberto Pala

Consulente SEO, Web Marketing Manager

rStudio, pratica, aggiornamento, ricerca, test… sono sicuramente le chiavi di quella che è una professione per persone dinamiche e curiose, caratteristiche senza le quali a mio avviso non si arriva da nessuna parte.

Lo studio teorico va sempre accompagnato alla pratica: si conosce, si impara, si testa, si capisce. Si cercano altri stimoli, libri, guide, risorse, valutando ogni autore sulla base di quello che scrive e dei suoi interventi. In questo modo acquisisci esperienza e professionalità e sei in grado di affrontare ogni giorno sfide sempre nuove e più difficili. Non si finisce mai di imparare.

Frequentando i forum ci si scambia esperienze con altri professionisti e si può anche decidere di diventare moderatori come ho fatto io (vedi ad esempio la sezione Consigli SEO del forum GT) e fare dell’interazione e dello scambio uno dei propri metodi formativi privilegiati.

Si parte da un settore specifico, nel mio caso la SEO, e per necessità si allarga il ventaglio di conoscenze per offrire al cliente il miglior servizio possibile. Si arriva ad un punto in cui si padroneggia molto, ci si aggiorna costantemente e non si stacca mai perché il proprio lavoro piace, appassiona.

Bisogna sempre avere fame di cose nuove, mai accontentarsi di quello che si è già imparato, altrimenti ci si brucia molto velocemente. Solo così si può arrivare a progetti ambiziosi, che magari sarebbero sembrati impossibili poco tempo prima, ma che di fatto ti sei conquistato grazie al tuo lavoro.

http://www.queryo.com/

http://www.palaroberto.com/

Twitter: @MisterRoPa


Valentina Falcinelli

Copywriter & Consulente Comunicazione Online

Motto: “Chi non rischia nulla, rischia ancora di più” E. Jong

vIl mio consiglio: Scrivi. Scrivi fin quando si scaricherà la penna, si scaricheranno le pile del mouse, si cancelleranno le lettere della tastiera. Leggi. Condividi. Collegati. Connettiti. Informati e crea valore.

Per diventare professionisti, del Web come di qualunque altro settore, bisogna sgobbare. C’è poco da fare. Bisogna lavorare sodo, nel 99,9% ben oltre le 8 ore giornaliere. Bisogna mettersi in gioco e in discussione, non una, ma cento, mille volte. Soprattutto, non devi avere fretta. Tutto quello che occorre avere è un obiettivo.

Vuoi diventare un copywriter per il Web? Allora apri un blog, scrivi ogni giorno, iscriviti ai principali social e sperimenta. Io dico sempre che se sai dove andare, la strada è già meno ripida.

Capito l’obiettivo, devi darti dei micro traguardi (es.: un tot. di follower su Twitter, un certo numero di visitatori unici sul blog, etc). E ogni giorno, ogni sacrosanto giorno, occorre fare qualcosa in più rispetto al precedente.

In molti mi chiedono: “Come si diventa copywriter?”. Io rispondo: “Scrivendo”. A oggi non esistono corsi di laurea – almeno che io sappia – che formino su questa professione. Io sono per la scuola “di strada”. Quella della pratica, degli stage, dell’autodidattica, dei libri e di qualche corso privato ricco di pratica (ogni riferimento a Yummy Writing è casuale). Il successo? Quello arriva se ci metti il cuore. Per la perfezione, invece, come diceva Dalì, non la devi temere “non la raggiungerai mai”. Aggiungo io: per fortuna.

http://www.pennamontata.com/

https://plus.google.com/u/0/+ValentinaFalcinelli

Twitter: @valefalci e @pennamontata


Francesco Tinti

Consulente specializzato in Google AdWords e marketing a risposta diretta

Motto: Il talento è la riduzione sistematica degli errori

fSe vuoi diventare un professionista nel Web marketing inizia cambiando la domanda.

Non diventi professionista perché tu decidi di diventare professionista, ma perché qualcun altro riconosce che sei diventato un professionista. La differenza è sottile, ma sostanziale.

E per essere riconosciuto come professionista da un collega, da una Web agency, oppure da un pubblico più ampio (“i clienti”) occorre prima aver fatto tanta pratica. Perché un conto è sapere, un altro è saper fare: Malcolm Gladwell parla di 10.000 ore di pratica necessarie per diventare un esperto.

Starai forse immaginando di dover seguire chissà quanti progetti prima di poterti definire un professionista, invece ti basta un progetto per cominciare. Parti in piccolo. Fatti le ossa su quel progetto. Applica concretamente i princìpi del (Web) marketing, della SEO o dell’ambito di tuo interesse, che hai letto e studiato altrove.

Annota le tue scoperte giornaliere su un taccuino Evernote, poiché la nostra mente è in grado di ricordare un numero limitato di cose. Celebra ogni piccola scoperta quotidiana. Ti sarà utilissimo in futuro.

All’inizio la smania di apprendere è molta: nuovi concetti da capire, molti dubbi che sfiorano il cervello e la paura di fare la cosa sbagliata in situazioni di incertezza. Impara una cosa per volta. Lentamente. Più procederai lentamente, più apprenderai.

Se ascolto dimentico, se leggo ricordo, se faccio imparo”: poiché stai leggendo un articolo, ricordati che oggi ricordi e che soltanto iniziando a fare potrai imparare ed essere riconosciuto come professionista.

http://www.francescotinti.com/


Giorgio Taverniti

Uno dei maggiori esperti italiani di Internet; fondatore del famoso Forum GT

Motto: La SEO non morirà mai, perché è uno stile di vivere il Web

gtIn un Web sempre più frenetico, in costante cambiamento e con un mercato in evoluzione, diventare professionisti del Web (Marketing) è una sfida. Per farlo occorre avere:

  • delle basi solide di marketing generale e comunicazione
  • una formazione sul Web marketing
  • un’esperienza maturata da misurare in anni di lavoro, non solo su progetti di diverse dimensioni, ma anche per diverse tipologie di aziende
  • aggiornamento e formazione continui sul proprio settore
  • specializzazione in uno o più rami in cui si può eccellere

Il mix tra formazione, esperienza, continuo aggiornamento e specializzazione possono creare dopo qualche anno una figura in grado di fare la differenza sui progetti Web.

Un punto molto importante però è la specializzazione: l’obiettivo che ogni aspirante professionista dovrebbe porsi è quello di diventare una persona talmente esperta in una determinata abilità a tal punto da riuscire a portare dei notevoli vantaggi alle aziende che chiedono i servizi. E non parliamo di esperto riconosciuto, di visibilità, di grande comunicatore: ma di una aver sviluppato una competenza nell’individuare attività di marketing che portino risultati concreti e tangibili.

Durante questi anni, in GT Idea, abbiamo affrontato problemi e trovato soluzioni per diversi clienti e progetti riuscendo a creare un Team molto competente in grado di fare la differenza.

Il Web Marketing sta diventando sempre più complesso e richiede competenze molto specifiche: riuscire a far esperienza in agenzia per lavorare con un team di esperti consente di aprirsi a un mondo da cui non si può restare fuori.

http://www.giorgiotave.it/

Twitter: @giorgiotave


Risorse da Studiare o con Cui Tenerti Aggiornato

La lista che segue è stata compilata con le segnalazioni di tutti i professionisti elencati sopra.

Blog e siti in italiano

Oltre ai siti degli autori segnalati sopra potresti considerare anche…

Blog e siti in inglese
Persone (da seguire sul Web, su Google+ e sui vari Social)

Oltre a seguire tutti gli autori di questo articolo, ecco un buon elenco di professionisti da tenere d’occhio:

  • Enrico Madrigano, Enrico Altavilla, Riccardo Mares (merlinox), Andrea Pernici, Valerio Notarfrancesco, Maria Pia De Marzo, Maurizio Ceravolo, Barry Schwartz (rustybrick), Gianluca Fiorelli (gfiorelli), Gianpaolo Lorusso (gianps)
Google+
Twitter (hashtag da seguire)
  • #seo, #webmarketing, #smm, #sem, #socialnetwork, #marketing
Libri
Eventi
  • La Settimana Della Formazione: evento online e gratuito dal 18 al 22 Novembre con numerosi webinar dedicati alla SEO, al Web Marketing, ai Social Network…
  • 8° Convegno Nazionale sul Search Marketing: 13-14 Dicembre a Milano; 45 relatori, 36 interventi suddivisi in 3 sale; evento dedicato ai SEO Junior, ai SEO avanzati e ai professionisti del Web Marketing.


In Conclusione

Come puoi intuire dalle testimonianze lette, non esiste un unico percorso per arrivare a diventare un professionista del Web, anche se è possibile rintracciare delle linee comuni: molti degli esperti intervenuti (non tutti) sottolineano infatti che:

  • la teoria è importante, ma la pratica lo è ancora di più;
  • ci vogliono sempre una certa dose di coraggio, iniziativa, umiltà, pazienza, sacrificio, disponibilità a non smettere mai di imparare ma soprattutto… passione!

Sentiti libero di accogliere tra i vari consigli quello con cui ti senti più in sintonia o di intraprendere la strada che ti ispira di più.

Che tu abbia studiato informatica, marketing, comunicazione, organizzazione aziendale o che tu sia mosso da una forte passione personale, potresti decidere di sviluppare un tuo profilo professionale basato sulle tue attuali attitudini e competenze.

Un profilo che in qualche modo ti distingua dagli altri e ti permetta di accedere a certe micro-nicchie del settore (dagli aspetti più tecnici della SEO applicata agli e-commerce a quelli più umanistici delle campagne di Social Media Marketing).

Quindi anche tu potresti diventare professionista del web marketing partendo da un tuo percorso personale che inizi da un libro, da un corso o dall’applicazione pratica su un progetto concreto.



Spero che questo articolo ti sia stato utile e di ispirazione.
Lascia pure un commento qui sotto o fai una domanda… saremo felici di risponderti.




  • egi87pz

    Gran bel articolo!!!Anche perchè risponde a parecchie domande iniziali che anche io mi sono fatto e fornisce una lista di risorse molto utili. Credo che come scrivi alla fine dell’articolo non c’è un unico modus operandi ben definito per arrivare a lavorare nel web marketing e credo che seguire le proprie attitudini in qualsiasi settore dia quel tocco in più per non stancarsi mai del percorso intrapreso. Io mi sono già creato una cartella dei preferiti con tutte le pagine web interessanti che avete elencato…appena sono un pò più libero gli darò un occhiata approfondita. Per ora grazie di questa condivisione di conoscenza 🙂

    • Grazie a te per il feedback egi87pz!
      Ci e’ davvero prezioso! 🙂
      Buono studio!

      • daniele

        ciao qualcuno conosce qualche università o master nel quale si apprendono nozioni o che forma professionalmente la figura relativa al Web marketing manager, l’e-commerce manager, consulente SEO ?? scusate l’intromissione!! Io ho una triennale in economia del turismo e volevo orientarmi in una specialistica simile, tuttavia anche con un master a seguire! help 🙂

        • Ciao Daniele
          Grazie del commento e scusa il ritardo (volevo anche vedere se c’era qualcuno che poteva dare maggiori informazioni su corsi di laurea o master…)
          Io di corsi di laurea o master non ne conosco (ma non li ho neanche cercati).
          Ma come espresso nell’articolo il corso di laurea non sembra essere un requisito fondamentale per ritagliarsi una professione digitale (ci sono diversi corsi privati invece).
          Mi sembra piu’ importante invece avere una forte passione e la capacita’ di darsi una disciplina nel proprio progetto di autoformazione.
          Poi per carita’, ci saranno sicuramente corsi di laurea che ti darebbero un’utile infarinatura teorica.
          Piu’ di cosi’, non so come esserti utile…

  • Articolo interessante, è bello leggere punti di vista differenti. Il tema è molto ampio, le Università si stanno adeguando e credo che nei prossimi anni si definiranno percorsi di studio ad hoc.

    Condivido, in particolare, il suggerimento a cercare degli elementi di distinzione da tutti gli altri, andando a specializzarsi su delle nicchie del settore. Questa è la chiave del successo per chi vuole crearsi un percorso nuovo e di successo.

    A meno che, come me, siate curiosi di continuare a cambiare punto di vista, seguendo le aziende e le persone a 360° in tutto ciò che è digitale ma non solo. Chi si specializza troppo deve stare attento a specializzarsi nei processi, non unicamente negli strumenti, perché i primi sopravvivono al susseguirsi dei secondi.

    • Ciao Dario e grazie per il tuo commento.

      Sono d’accordo con quello che dici e personalmente ritengo che le due “tendenze” – quella a specializzarsi ma anche quella a rimanere aperti a 360° – debbano coesistere.

      Non si puo’ essere certo specializzati in tutto ma bisogna pero’ avere anche una “esauriente” visione d’insieme per poter fornire una consulenza preziosa ai propri clienti. Al massimo, se ci rendiamo conto che il nostro cliente, per il suo bene, ha bisogno di un servizio per il quale non siamo particolarmente ferrati (che sia grafica, programmazione, etc…) possiamo sempre incaricare una persona di fiducia del nostro network.

      • D’accordissimo, il network di persone fidate è fondamentale!

    • Claudia Maimone

      Negli Stati Uniti, se non sbaglio esistano già dei corsi di laurea sui social media in generale…ma si sa loro sono sempre più avanti di noi.

  • Jul

    Grazie, bell’articolo. Ma insieme ai filosofi c’è un posto nel paradiso nomade anche per i poeti? Conosco un movimento che capeggiato da un mio amico (Simone Ramilli e da john malkovic) che si chiama technoboemian, c’e’ possibilità di gemellaggio?

    • Sicuramente c’e’. 🙂 So di nomadi digitali che sono fotografi piuttosto famosi, ma sicuramente ci sono artisti e anche poeti. 🙂
      Il movimento technobohemian non lo conoscevo, ma conoscevo il movimento dei “Minimalists” che – a parte la componente non trascurabile del viaggio o della condizione “location indipendent” – condivide secondo me certi aspetti con lo stile di vita nomade digitale.
      Thanks! 🙂

  • Toni

    Bravo Jonathan! Finalmente un gruppo di persone che promuovono la via della realizzazione attraverso le parole : umiltà, caparbietà, passione, costanza, studio, curiosità. Mammamia….. era ora!!! le doti necessarie che descrivete sono le stesse che andrebbero applicate alla vita tutta! Futuri Giovani Nomadi all’ascolto, ricordatevi queste parole, scrivetele sui vostri zaini, tatuatevele sulle braccia perchè vi salveranno la vita !! :)) Grazie Jonathan, grazie ai tuoi ospiti che con le loro testimonianze hanno fatto ‘muro’ contro la mediocrità e il pressapochismo! Toni

    • Ciao Toni! E grazie mille per il tuo commento!
      E’ stata una bella ricerca anche per me e vedere come certe “linee guida” (la passione, il coraggio, la costanza, la disponibilita’ a non smettere mai di imparare…) siano condivise da molti professionisti e’ stata una piacevole rivelazione.
      Ci rafforza nel seguire la nostra strada e ci incoraggia ad aderire a certe linee di condotta alle quali magari la “pressione sociale” ci imporrebbe di rinunciare.
      Thanks!
      Un saluto da Corralejo, Fuerteventura!

  • Claudia Maimone

    Dopo aver letto questo articolo ho le idee un po’ più chiare. Adesso si passa alla pratica. Graze ragazzi!

  • massa mattia

    questo articolomiha dato veramente la carica giusta..GRAZIE!!

  • Mush

    Grazie per l’articolo, mi da coraggio per intraprendere la mia impresa!
    Da oggi avete anche una nuova follower! 🙂

    • Grazie per il tuo feedback Mush! 🙂
      E in bocca al lupo per la tua impresa! 🙂

  • Condivido quanto detto da Toni in questa discussione. Finalmente non l’ennesimo articolo su come si guadagna online, ma di quanto bisogna farsi il “mazzo” per poter ritagliarsi il proprio spazio.

    Passione, umiltà e perseverenza sono, per quanto mi riguarda, la base da cui iniziare un percorso come quello del nomadismo digitale, ma anche nella vita in generale.

    Ho fatto pure la rima… 😀

    Ottimo lavoro Jonathan!

  • Paolo Pitacco

    Tutto molto condivisibile ma nessuno parla nello specifici di scuole! Che università e che corsi di laurea?
    Grazie.
    Paolo

  • Alfonso Romano

    ottimo articolo , ho appena iniziato a seguire il master in web marketing di digital coach e questo articolo mi ha dato molti spunti di riflessione , e come già pensavo qui nessuno ti regala nulla e bisogna rimboccarsi le maniche .

    • Francesco

      ciao alfonso, come è andato il master in digital coach? ti è servito?

      • Alfonso Romano

        Il Master in Digital Coach è andato davvero bene, oltre ogni mia aspettativa i docenti(professionisti del settore) mi hanno illustrato benissimo questo fantastico mondo. Sei sempre molto seguito e mai lasciato a te stesso. Mi è servito moltissimo, visto che mi ha permesso di riqualificarmi lavorativamente parlando.

  • pippo

    Buondì a tutti.
    il 28 Luglio 2016 ho un colloquio con azienda servizi web a firenze. Il mio curriculum è: 56 anni conoscenze informatiche da autodidatta. Rudimenti informatici base. Comprensione logiche funzionamento SEO/SEM. Nozioni elementari Web Marketing. Ottima conoscenza vendita al banco, organizzazione logistica/magazzino imprese locali. Secondo voi cosa vorranno? Boh… (perdiamo tempo in due?). So che nn è mai tempo buttato.
    Buona giornata. Se rispondete fra 2/3 mesi sarà comunque utile.

    • Ciao Pippo, noi ti rispondiamo subito, ma per sapere di cosa “un’azienda servizi web di Firenze” ha bisogno, noi dovremmo avere una sfera di cristallo. Credo che la cosa migliore da fare sia contattarli e chiedergli quale figura professionale stanno cercando.

  • pippo

    Il contenuto Jonathan mi è servito assai. Informazioni molto utili.
    Grazie Pippo

  • Alessio Piccini

    Salve , ho letto attentamente l articolo e l ho trovato molto utile , premetto che sono all inizio di questo percorso e purtroppo non ho una Laura in questo campo , sono u Perito edile che però ha sempre lavorato come Sound Designer e pr 9 anni come Assistant Manager Events presso eventi musicali , occupandomi di Logistica e booking.
    Vorrei intraprendere questa strada e ho 33 anni.
    volevo sapere se a questa età è ancora possibile inserirsi nel mercato frequentando magari dei corsi online e aggiornandomi attraverso libri del settore , blog ecc ecc , premetto che sono un Nerd del computer e sono molto veloce nell apprendimento di nuovi programmi .
    Spero in una risposta , grazie e buon weekend!

    • Ciao Alessio, non ci sono limiti di età per entrare in questo mondo! Il consiglio che io posso darti è però quello di guardare al mondo web Marketing non come un’attività da svolgere e fine a se stessa, ma piuttosto come l’insieme di quelle attività e strategie di marketing, che attraverso il Web ti permetto di studiare il mercato, promuove, pubblicizzare e vendere i tuoi prodotti e/o i tuoi servizi. Imparare il web marketing fine a se stesso, non ha molto senso. Oggi il Web è piano zeppo di persone che si propongono come “pseudo esperti” di Web marketing e cercano di insegnarlo ad altri, ma sono davvero pochi quelli che utilizzano efficacemente queste tecniche e strategie per commercializzare i propri prodotti o servizi. Insomma il mio consiglio, prima di imparare il web marketing, è quello di capire quale tipologia di servizio prodotto tu puoi offrire sul Web ad un gruppo specifico di persone e/o aziende che ha problemi ed esigenze precise da soddisfare…..Prima di imparare a vendere, devi avere qualcosa da vendere! 🙂

  • Ciao Alessio, perdonami ma purtroppo Disqus, per evitare lo spam, blocca automaticamente tutti i commenti che contengono link al suo interno e quindi anche il tuo commento è stato messo in stand by in attesa di approvazione.

    Per rispondere alla tua domanda, io purtroppo non conosco ogni singolo corso di Web Marketing e SEO ( ormai sono una marea) che viene proposto in rete e dalle varie organizzazioni, qunidi non saprei dirti qual è il migliore fra tutti.

    Tra quelli che io conosco posso dirti che questi due sono tra i più interessanti sul panorama italiano:

    http://www.wmspecialist.com/

    https://www.gtmasterclub.it/

  • Pingback: Web Marketing & SEO Agency Milano e Cosenza – Arkys | Web Marketing, c'è chi può...()

  • Alessandro

    Salve,potreste consigliarmi un corso di formazione valido per community manager?Grazie

    • Ciao Alessandro, purtroppo personalmente non saprei consigliarti un corso valido e specifico per community manager. Il community manager è infatti una figura professionale che gestisce la vita quotidiana della community, moderando il dialogo e favorendo una conversazione positiva intorno al brand. ( purtroppo sono pochi quelli che sanno farlo professionalmente) Un community manager deve quindi, e prima di tutto, acquisire competenze professionali nel campo del digital marketing e social media communication e sviluppare poi la capacità di empatizzare e dialogare col pubblico a cui si rivolge attraverso l’ascolto attivo.